menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Morciano la prima Casa della Salute del riminese

Si è svolta venerdì mattina a Morciano, la cerimonia d'inaugurazione della prima Casa della Salute dell'Ausl di Rimini (e tra le prime in Regione e in Italia), nella sede aziendale di via Arno, 40

Si è svolta venerdì mattina a Morciano, la cerimonia d'inaugurazione della prima Casa della Salute dell'Ausl di Rimini (e tra le prime in Regione e in Italia). Contestualmente è stata mostrata anche una nuova ambulanza donata dall'Unione dei Comuni, in collaborazione con Sis e Banca Popolare Valconca. La sede aziendale di via Arno, 40 diventa, col prezioso ausilio dei medici di famiglia e degli specialisti convenzionati, una vera e propria “Casa della Salute”.

Hanno partecipato l'onorevole Elisa Marchioni, il vicepresidente della commissione “Politiche per la Salute e Politiche Sociali” dell'Assemblea Legislativa Regionale dell'Emilia Romagna Roberto Piva, il presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali, il presidente dell'Unione dei Comuni della Valconca Ruggero Gozzi, il sindaco del comune capodistretto (Riccione) Massimo Pironi, il coordinatore del Nucleo di Cure Primarie della Valconca Patrizio Migani, il presidente di Sis Gianfranco Cenci, il vicepresidente della Banca Popolare Valconca Simeone Piccari Ricci, il Direttore Generale dell'A.USL Marcello Tonini, il direttore del Distretto di Riccione Laura Zanzani, il direttore del Dipartimento di Cure Primarie Lorena Angelini, la responsabile infermieristica del dipartimento Catia Marsili.

La radice del progetto delle Case della Salute, si ritrova nei Nuclei di cure primarie. Rimini fu una delle prime Aziende sanitarie in Regione ad attivarli, nel 2007, grazie ad un accordo coi medici di famiglia. I quali, in pratica, sono suddivisi in 19 Nuclei di cure primarie, ognuno con un coordinatore, in modo da agire in maniera più sinergica ed efficace nel rispondere alle esigenze dei cittadini. Elemento di forte coesione tra i medici di famiglia, il Progetto “Sole”, un sistema di cartelle cliniche informatizzate, che consente loro di essere aggiornati in tempo reale, sul proprio computer, dell’evoluzione della situazione clinica dei pazienti. Ciò consente inoltre ai pazienti stessi, quando non c’è il loro medico di fiducia, di rivolgersi ad un collega del Nucleo: questi, con il consenso del paziente, può consultarne la cartella clinica in modo da seguirlo in modo più adeguato.


La Casa della Salute è, in pratica, un luogo in cui colui che non sta bene, ma che non ha patologie così gravi da recarsi in Pronto Soccorso, può recarsi trovando una serie di servizi integrati che vanno dal medico di famiglia all'infermiere (il cui ruolo sempre più preminente è stato illustrato dalla dottoressa Marsili), e dove viene letteralmente preso in carico per le sue patologie, soprattutto quelle croniche, restando più vicino a casa sua, come hanno sottolineato la dottoressa Zanzani e la dottoressa Angelini. Va ricordato che presso la sede di via Arno, 40 vi è anche una postazione del 118 Romagnasoccorso; dalle prossime settimane vi prenderà servizio un’ambulanza nuovissima, donata all’A.USL grazie al contributo di  Sis e della Banca Popolare Valconca, nonché all'azione propulsiva dell'Unione dei Comuni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento