menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione, mercoledì l'ultimo saluto al partigiano Emilio

Nazzareno Trappoli, ma da sempre tutti lo chiamavano Emilio, è morto lunedì 14 maggio, all’età di 93 anni. Ne avrebbe compiuti 94 il prossimo 20 luglio. Era nato infatti il 20 luglio del 1918, a Fossombrone

Nazzareno Trappoli, ma da sempre tutti lo chiamavano Emilio, è morto lunedì 14 maggio, all’età di 93 anni. Ne avrebbe compiuti 94 il prossimo 20 luglio. Era nato infatti il 20 luglio del 1918, a Fossombrone, quando la Grande Guerra non era ancora finita. Nella seconda Guerra aveva dato il suo contributo alla lotta di liberazione partigiana: dapprima come comandante di un distaccamento partigiano sulle montagne attorno alla Gola del Furlo, poi come arruolato nell’esercito alleato sulla Linea Gotica. Quindi come volontario nel Gruppo Combattenti per la Libertà del ricostituito esercito italiano.

Nel 1960 si era trasferito a Riccione, dove per molti anni ha gestito un’attività commerciale e, in questo ambito, era divenuto Presidente del Conad Romagna. Faceva parte del Comitato circondariale dell’ANPI, l’Associazione nazionale dei partigiani, ed era socio dell’Istituto Storico della Resistenza.

Domani in Municipio la Camera ardente per l’ultimo saluto al Partigiano Emilio. La Sala del Consiglio comunale ospiterà la salma di Nazzareno Trappoli, a partire dalle ore 10 e fino alle 15,30.
 
Alle 15,30 avranno inizio le esequie in forma civile, con l’ultimo saluto da parte del Sindaco Massimo Pironi, a nome dell’intera cittadinanza, e del Presidente dell’ANPI provinciale Daniele Susini
 
Al termine, la partenza del corteo funebre



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento