menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione Teatro piange Anna Proclemer: "Fu con noi nel 2009"

Il presidente della Giuria del Premio Riccione per il Teatro, Umberto Orsini, il presidente di Riccione Teatro, Giorgio Galavotti, il direttore Simone Bruscia e tutto lo staff, esprimono profondo cordoglio per la morte di Anna Procleme

Il presidente della Giuria del Premio Riccione per il Teatro, Umberto Orsini, il presidente di Riccione Teatro, Giorgio Galavotti, il direttore Simone Bruscia e tutto lo staff, esprimono profondo cordoglio per la morte di Anna Proclemer. Nel 2009, sotto la nuova presidenza di Umberto Orsini, venne chiamata a far parte della Giuria della 50a edizione del Premio Riccione per il Teatro, onorando il Premio con la sua presenza.

Anna Proclemer è stata la signora indiscussa del teatro italiano. Debuttò a teatro nel 1942. Nella sua lunga e sfaccettata carriera ha recitato con il Teatro delle Arti di Bragaglia, con la compagnia dell'IDI, la compagnia Pagnani-Cervi e quella di Ricci. Ha collaborato con Vittorio Gassman, con Luigi Squarzina, con il Piccolo Teatro di Milano diretto da Strehler. Nel 1956 ha inaugurato un lungo sodalizio con Giorgio Albertazzi; dal 1957 ha partecipato a numerose trasposizioni teatrali per la televisione. Ha recitato anche al cinema: era in Viaggio in Italia di Rossellini, in Cadaveri eccellenti di Rosi, in alcuni film di Matarazzo.

Di recente era tornata sulle scene teatrali con Diario privato da Journal Littéraire di Paul Léautaud per la regia di Luca Ronconi insieme a Giorgio Albertazzi, mentre nel cinema ha interpretato un cameo per il film No Problem diretto da Vincenzo Salemme. Sposò lo scrittore Vitaliano Brancati, da cui ebbe la figlia Antonia Brancati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento