Addio a suor Roberta, una "colonna" della comunità dell'istituto "Maria Bambina"

La religiosa si è spenta a 91 anni ed è sempre stata un punto di riferimento per la comunità riminese

Sempre sorridente, pronta ad aiutare il prossimo con gentilezza e attenzione. A Rimini sono centinaia gli studenti che portano nel cuore suor Roberta Casati, al secolo Maria Luisa, una colonna delle Suore di Maria Bambina. Suor Roberta si è spenta lo scorso 9 ottobre a 91 anni, sul Lago di Como dove veniva curato dalle sue sorelle spirituali.

Per anni la religiosa è stata una colonna dell'Istituto Maria Bambina di via Angherà, che storicamente ha accolto i piccoli dell'asilo e le studentesse universitarie che sceglievano il convitto. Suor Roberta ha sempre riservato il suo dolce sorriso a tutti, sempre impegnata a trovare soluzioni ai piccoli e grandi problemi quotidiani, a organizzare e proporre inziative con simpatia e positività.

Nel corso della sua vita Suor Roberta è stata per dieci anni segretaria dell’Ufficio Catechistico Diocesano, poi è rimasta a Rimini, nella sua comunità di via Angherà per altri anni. Milanese di nascita, la religiosa dopo essere entrata in convento ha intrapreso gli studi in lettere per poi passare all'insegnamento e diventare preside della scuola superiore nel convento romano della Suore di Maria Bambina, vicino a San Pietro. Una volta andata in pensione ecco il trasferimento a Rimini e l'inizio di un nuovo percorso sempre vicino ai giovani e ai poveri, che aiutava con grande amore e generosità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Riccione piange don Giorgio, il sacerdote si è spento per il Coronavirus

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento