rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Riccione

Si è spento Bruno Arena dei Fichi d'India, grande amico di Riccione

Il comico aveva 65 anni, la sua carriera si era chiusa nel 2013 a causa di un aneurisma. Tanti i ricordi che lo legano alla Perla Verde

Si è spento Bruno Arena del duo comico "Fichi d'India" (nella foto in alto a sinistra). Cresciuto come simpatico professore di educazione fisica, si sposta poi verso la sua più grande passione: l'intrattenimento. Animatore turistico, poi cabarettista insieme all'amico Max Cavallari. Diventano famosi poi come Fichi D'India. Il duo ha partecipato a diversi programmi Mediaset tra i quali "La sai l'ultima?", "Zelig", "Colorado". Nel 2013 Bruno ha avuto la rottura di un aneurisma che l'aveva debilitato e allontanato dalle scene. Nella sua vita ha fatto tantissimo teatro, cinema e tv. Tanti i ricordi che lo legavano a Riccione dove, insieme alla moglie Rosy Marrone, aveva scritto il libro “Domani ti porto al mare” il racconto di come l’affetto profondo possa aiutare a realizzare una nuova vita comunque felice. Ospite fisso di Aquafan, nel parco si era spesso esibito dal 1996 al 1998 insieme a Max dove erano diventati i protagonisti dell’intrattenimento estivo ed era tornato più volte a trascorrere le sue giornate tra gli scivoli. E proprio nella Perla Verde aveva fatto la sua ultima foto insieme all'amico e spalla professionale Max Cavallari che dopo la malattia non lo aveva mai lasciato solo. "Buonasera a tutti! Buon sabato sera! Un abbraccio fico a tutti!" aveva scritto Max su Facebook a inizio di agosto postando lo scatto realizzato sul lungomare della Perla Verde.

“Se ne va un grande amico di Riccione. Alla famiglia, a Rosy e ai figli Gianluca e Lorenzo le nostre più sentite condoglianze”. Sono le parole di Daniela Angelini, sindaca di Riccione appena saputo della morte di Bruno Arena, comico ed ex componente del duo “Fichi d’India”. Tutta la giunta si unisce al cordoglio per la perdita di Bruno ricordando che “era davvero molto amato a Riccione, ma anche lui amava tanto la nostra città.  Aveva scelto Riccione come sua seconda casa, dove frequentava assiduamente l’Aquafan, e Indiana Golf.  Riccione per Bruno era una seconda famiglia, qui trascorreva le sue giornate insieme ai suoi amici riccionesi più cari e quelli che lo venivano a trovare come Paolo Belli, Marco Lodola, Enzo Iacchetti e tanti altri. A loro trasmetteva il suo amore per la nostra città. Era un nostro ambasciatore. Grazie Bruno, per aver regalato a Riccione la tua allegria”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si è spento Bruno Arena dei Fichi d'India, grande amico di Riccione

RiminiToday è in caricamento