Multa al delfinario di Rimini per detenzione illegittima di pinnipedi

La struttura è da tempo nel mirino del servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato. L'Ente Nazionale Protezione Animali sollecita il prefetto di Rimini ed i ministeri competenti a "dare attuazione a quanto previsto per la tutela degli animali"

Il delfinario di Rimini è stato sanzionato dal servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato. La sanzione sarebbe stata elevata ai sensi decreto legislativo 73/2005, quello che disciplina l'attività di giardino zoologico. Ovvero, la medesima fonte normativa per la quale il ministero dell'Ambiente aveva già negato l'autorizzazione alla struttura riminese. Lo segnala in una nota l'Enpa, riportando che alla struttura riminese sarebbe stata contestata la detenzione illegittima di pinnipedi alla luce del decreto di chiusura definitiva del delfinario, "da tempo siglato dai ministeri competenti", chiosa l'associazione. A fronte di questi sviluppi, l'Ente Nazionale Protezione Animali sollecita il prefetto di Rimini ed i ministeri competenti a "dare attuazione a quanto previsto, per la tutela degli animali, non solo dalle vigenti normative ma anche dal gia' citato decreto di chiusura del delfinario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento