Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca San Giuliano / Viale Cesare Nicolini

Tragico incendio nella notte, donna muore tra le fiamme del suo appartamento: altre persone intossicate

Tragedia nella notte tra lunedì e martedì, due agenti della polizia di Stato hanno cercato di portare in salvo la vittima

Tragedia a San Giuliano, nella notte tra lunedì e martedì, dove nell'incendio scoppiato in un residence ha perso la vita una 37enne e sono rimasti intossicati dal fumo un 46enne bolognese e un 31enne maceratese (GUARDA IL VIDEO DEI SOCCORSI). Il dramma si è consumato poco dopo l'1 quando, per cause ancora in corso di accertamento, un rogo si è sprigionato al secondo piano del residence "Il Capodoglio" in via Nicolini. E' scattato l'allarme e sul posto sono accorsi i mezzi dei vigili del fuoco oltre alle ambulanze del 118 e le Volanti della polizia di Stato. Secondo una prima ricostruzione, ad arrivare per primi sul posto sono stati gli agenti della Questura  che hanno cercato di entrare nell'appartamento della 37enne invaso dalle fiamme nel tentativo di liberarla ma hanno dovuto desistere. Pare che la vittima abbia cercato di proteggersi dal rogo chiudendosi nel bagno, senza finestre o balconi, dove è stata ritrovata senza vita. Un uomo rifugiatosi sul balcone della propria abitazione al piano superiore a quello interessato dalla fiamme, ormai completamente avvolto dal fumo è stato salvato tramite autoscala che ha potuto raggiungere il balcone e portare a terra la persona per le cure del caso.

IL VIDEO - I Vigili del fuoco in azione in via Nicolini: purtroppo muore una 37enne

Tra i primi ad intervenire anche il proprietario della struttura ricettiva che, nel tentativo di domare l'incendio, ha utilizzato gli estintori in dotazione al residence ma, nonostante tutti gli sforzi, si è dovuto arrendere alla violenza delle fiamme che avevano oramai preso il sopravvento. Il personale del 115, arrivato in via Nicolini con tre automezzi di cui anche un autoscala e 17 uomini, ha provveduto a spegnere le fiamme mentre, i sanitari, hanno portato in pronto soccorso due ragazzi rimasti intossicati dal fumo e ricoverati col codice di massima gravità. A perdere la vita Arianna Tetta, originaria di Melfi (e non, come era emerso nelle prime ore del messinese), che lavorava come personale Ata alla scuola elementare "Decio Raggi" a San Giuliano.

"Auspichiamo che si coinvolgano i Vigili del fuoco di Rimini nelle indagini - commenta Paolo Baiano, segretario provinciale Conapo, sindacato autonomo dei Vigili del fuoco di Rimini - Chiediamo che venga istituito il nucleo investigativo antincendio di Rimini, che doveva essere già istituito con la circolare del 2009, in modo da coadiuvare le indagini delle forze di polizia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico incendio nella notte, donna muore tra le fiamme del suo appartamento: altre persone intossicate

RiminiToday è in caricamento