Musei di Rimini, 2012 positivo: sfiorati i 120mila visitatori

Si chiude con un bilancio positivo il 2012 per i Musei di Rimini che sommano 118.350 visitatori nelle quattro sedi espositive e osservano un trend in crescita alla domus del Chirurgo e al Museo della Città

Si chiude con un bilancio positivo il 2012 per i Musei di Rimini che sommano 118.350 visitatori nelle quattro sedi espositive e osservano un trend in crescita alla domus del Chirurgo e al Museo della Città. Un risultato in controtendenza rispetto all’andamento nazionale, che le proiezioni danno in lieve calo rispetto al 2011, che interrompe il dato calante nelle affluenze registrato dal 2009.

I dati premiano un’attività che, nonostante le difficoltà economiche e la crisi del settore pubblico, è stata particolarmente intensa e che ha visto i Musei promuovere o collaborare alla realizzazione di 31 mostre, 3 festival e centinaia di eventi, per concludere con il successo delle iniziative all’interno del “Capodanno più lungo del mondo”. A rendere più accattivante l’invito a visitare le sedi espositive dei musei è stato anche un orario pensato per andare incontro alle esigenze del pubblico - ad esempio con l’apertura serale tutti i giorni dal 1° giugno al 31 agosto - così come la gratuità dell’ingresso alla domus del Chirurgo e al Museo della Città nella giornata di mercoledì.

Un contributo importante al raggiungimento di questi numeri si deve alla FAR | fabbrica arte rimini, la galleria comunale di arte moderna e contemporanea inaugurata nel dicembre 2011 nelle sale a piano terra del Palazzo del Podestà e del Palazzo dell’Arengo; ben 43.500 le persone che hanno visitato le 6 mostre organizzate nell’anno, una splendida vetrina in cui si sono avvicendate opere di Flavio Marchetti, Serse, Simone Pellegrini, Graziano Spinosi, Ketty Tagliatti, Ferruccio Ferroni, Riccardo Gambelli e Carlantonio Longi.

Si conferma l’interesse suscitato dalla programmazione della Galleria dell’Immagine, in palazzo Gambalunga, che ha ospitato 5 esposizioni per un totale di 2.000 visitatori, mentre non supera le 1.000 presenze il Museo degli Sguardi, in attesa di essere trasferito all’interno del complesso museale di via Tonini. 21.284 i biglietti staccati per l’ingresso alla domus del Chirurgo e al Museo della Città (+ 7,50% rispetto al 2011), cui devono aggiungersi i numeri dell’attività didattica (20.389 pari al +5,9%), i partecipanti alle iniziative e i visitatori delle mostre per un totale di  69.000 unità. Cifra che attesta il Museo fra i più frequentati della Regione con una crescita del 3,5%.

Ancora una volta sono i giovani (30%) ad avere contribuito in modo rilevante a questo risultato partecipando alle visite scolastiche o alle diverse attività rivolte a loro e alle famiglie nell'ambito d’iniziative quali la serata di Halloween o i Festival. Bambini e ragazzi che appartengono al tessuto locale, ma sempre di più anche all’ambito regionale e nazionale grazie al fenomeno del turismo scolastico che ha raggiunto la punta massima nel mese di maggio con 5.600 presenze. Una conferma dell’apprezzamento della varietà e qualità dell’offerta che i Musei riservano a questa fascia di utenti, frutto di una lunga esperienza sul campo con ogni ordine di scuola, a iniziare da quella dell’infanzia.

Lusinghiero anche l’incremento del pubblico non scolastico collegato al progressivo affermarsi di Rimini come meta del turismo culturale: a confermarlo sono i numeri degli ingressi, più alti nei mesi primaverili (4.082 ad aprile e 2.506 a maggio) e autunnali (2.517 a settembre). Una vocazione rilanciata a livello internazionale grazie alla domus del Chirurgo, punto di attrattiva d’eccellenza per il fascino della scoperta e l’unicità del corredo di strumenti chirurgici, e formidabile veicolo di promozione dell’immagine di Rimini città d'arte, custode di preziosi gioielli archeologici, artistici e monumentali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento