rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Dal circolo anziani al rock, all'ex tiro a volo nasce il "Parco degli artisti"

Un'area verde di 24mila metri quadrati tra pista ciclabile e fiume Marecchia che tiene insieme natura, divertimento, musica, teatro e welfare

Rimini apre le arene estive diffuse per tutta la città per sostenere i settori dell'arte e della cultura colpiti dalla pandemia e creare socialità, anche per gli anziani. E proprio con un occhio di riguardo verso questi ultimi nasce il Parco degli artisti all'ex tiro a volo della frazione di Vergiano, un'area verde di 24.000 metri quadrati tra pista ciclabile e fiume Marecchia che tiene insieme natura, cultura, divertimento e welfare. Un’area destinata a diventare un luogo di incontro per tutte le fasce di età, dove troveranno appunto spazio un circolo anziani, i locali per laboratori creativi, un’area sgambo per i cani, una zona dedicata alle attività sportive, gli spazi per prendere il sole, un parco giochi per i bambini, e  un’ampia area dedicata agli spettacoli.  "Sta per nascere una realtà straordinaria, dai fucili e pistole per l'attività sportiva a un centro di aggregazione culturale e sociale", sottolinea alla stampa l'assessore alle Attività produttive, Jamil Sadegholvaad.

Un "tema ricorrente" nella ripartenza per gli artisti, aggiunge, è "avere spazi all'aperto, belli, dove tornare a fare cultura. Questo posto è perfetto". E da qui, dopo le iniziative al teatro Novelli e di Ora, Officina Rimini arte, chiosa il collega alla Cultura Giampiero Piscaglia, "partiamo con il progetto delle arene per creare palchi diffusi in città per artisti e tecnici e riconoscere la dignità del loro lavoro". Ci saranno le arene alla darsena, a Borgo San Giuliano, alla Corte degli Agostiniani, in piazza Francesca da Rimini e si sta concretizzando il progetto di portare il cinema nei quartieri e nelle periferie, in piazze e cortili. E la novità, appunto, del Parco degli artisti, il "sogno" che si realizza di Sergio Casabianca, artista musicale riminese dell'associazione Sorridolibero.

L'ispirazione gli viene da un signore anziano, "Pecio", che la sera attraversava più volte la Marecchiese per osservare le auto in passaggio. Da lì l'idea di un centro anziani dove si potesse sviluppare l'interazione con i giovani, l'aiuto dell'Amministrazione che "ascolta" e delle associazioni, di Rimini Classica, Sgr ed Enoteca Amatori. Con l'obiettivo di "ridare dignità non solo agli anziani, anche all'arte massacrata". In tutte le sue forme, dalla musica alla danza, dal teatro alla poesia. Insomma un luogo che unisce, arte, sociale e convivialità con il ristorante "Notevolo" e il centro anziani; le aree spettacolo con un grande palco, bimbi, relax e picnic, sport, cani e una polifunzionale per mercatini ed eventi. Si inaugura il 5 giugno e tra gli artisti in arrivo ci sono Paolo Cevoli, Ivano Marescotti, Bobby Solo, Fabio Concato, Marina Massironi, Platinette, mentre si tratta con Ascanio Celestini e Antonio Rezza. In programma anche "Sosteniamo il talento" per borse di studio a giovani in formazione artistica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal circolo anziani al rock, all'ex tiro a volo nasce il "Parco degli artisti"

RiminiToday è in caricamento