Cronaca

Nasconde nello zaino sei etti di marijuana, ma l'odore lo tradisce: pusher arrestato dalla Polfer

Il giovane è stato controllato nell'ambito delle verifiche per il rispetto delle misure anticontagio, intensificate con l'apertura degli stabilimenti balneari

L'odore di marijuana lo ha tradito e, così, un 23enne originario del Gambia, è stato arrestato venerdì dalla Polizia ferroviaria di Rimini. Gli agenti della Polfer hanno scoperto lo spacciatore nell'ambito dei controlli per il rispetto delle misure anti Covid-19, intensificati negli scali della Riviera Romagnola in previsione del primo fine settimana di riapertura degli stabilimenti balneari.

Il ragazzo era sceso in stazione a Riccione da un treno in arrivo da Ancona, ma da un primo controllo gli agenti avevano scoperto che non aveva i documenti ed era proveniente da un'altra regione. Nel corso delle verifiche gli operatori si sono inoltre resi conto che lo zaino del giovane emanava un forte odore di marijuana. Accompagnato negli uffici della polfer per una verifica più approfondita il 23enne è stato trovato in possesso di quasi 2 etti di marijuana suddivisa in 6 involucri pronta per essere venduta. Per il ragazzo è scattato l'arresto e sabato si è tenuto il tiro direttissimo in videoconferenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasconde nello zaino sei etti di marijuana, ma l'odore lo tradisce: pusher arrestato dalla Polfer

RiminiToday è in caricamento