Nascondeva la droga tra i cespugli del parco Cervi: giovane arrestato

Il ragazzo, accortosi della presenza dei militari, ha tentato la fuga prima in bicicletta e poi a piedi, venendo prontamente bloccato dagli operanti

Continua l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi: anche nelle ultime 24 ore i servizi preventivi e repressivi, intensificati secondo le linee guida impartite dal Comandante Provinciale Tenente Colonnello Giuseppe Sportelli, hanno dato i loro frutti portando all’arresto in flagranza di un 28enne nigeriano già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

Sabato pomeriggio una pattuglia in abiti civili, impiegata nell’ambito dei quotidiani servizi preventivi e repressivi all’interno del Parco Cervi, ha notato due giovani che, dopo aver parlato per qualche istante con il 28enne, gli hanno consegnato del denaro ricevendo in cambio un involucro di colore nero che l’uomo aveva raccolto da sotto una siepe poco distante. Pertanto i Carabinieri, ritenendo verosimile che si stesse configurando uno spaccio di stupefacenti, hanno bloccato i due giovani, entrambi minorenni originari del riminese, accertando il nigeriano aveva poco prima consegnato una dose di marijuana da circa 11 grammi ricevendo in cambio la somma di 30 euro. Il 28enne, accortosi della presenza dei militari, ha tentato la fuga prima in bicicletta e poi a piedi, venendo prontamente bloccato dagli operanti. La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire una dose della stessa sostanza stupefacente, che il giovane aveva tentato di buttare via nel corso della breve fuga, nonché la somma contante di 85 euro ritenuta provento della pregressa attività di spaccio.

I Carabinieri, controllando la siepe sotto la quale il ragazzo aveva prelevato la dose consegnata ai due acquirenti, hanno rinvenuto altri tre involucri del tutto analoghi contenenti marijuana. La sostanza, dal peso complessivo di circa 55 grammi, è stata sottoposta a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso. L’uomo, condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto e, espletate le formalità di rito, è stato è stato trasferito al carcere di Rimini a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente analoghi servizi preventivi e repressivi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento