Nascondono la droga in una siepe, ma non si accorgono che vicino c'è la Polizia

Erano le 23 circa di lunedì quando una pattuglia della Squadra Mobile – Sezione Antidroga, che si trovava all’interno del parcheggio antistante il Tribunale, ha visto arrivare una macchina con due uomini a bordo

Erano le 23 circa di lunedì quando una pattuglia della Squadra Mobile – Sezione Antidroga, che si trovava all’interno del parcheggio antistante il Tribunale, ha visto arrivare una macchina con due uomini a bordo i quali, dopo essere scesi dall’autovettura, si sono diretti con fare circospetto verso una vicina siepe. Insospettiti dall’insolito comportamento gli agenti li hanno seguiti ed hanno visto che uno di loro nascondeva qualcosa all’interno della siepe mentre l’altro fungeva da “palo”.

Intuito che potessero avere occultato della droga, gli agenti hanno deciso di fermarli per un controllo; mentre uno è stato bloccato immediatamente l’altro, aiutato dall’oscurità, è riuscito momentaneamente a far perdere le proprie tracce. Quando poi i poliziotti sono andati ad ispezionare il punto della siepe dove l’uomo si era acquattato, sono saltati fuori due involucri di cellophane risultati contenere complessivamente quasi 100 grammi di eroina.

Sicuramente quello era, fino a quel momento, un luogo utilizzato dagli spacciatori per la consegna della “merce” a terze persone, sicuramente altri spacciatori. Alla successiva perquisizione personale eseguita nei confronti del soggetto fermato sono stati sequestrati anche 300 euro in contanti “poiché ritenuti provento dell’attività di spaccio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla perquisizione dell’autoinoltre gli investigatori sono risaliti anche all’identità del soggetto riuscito, al momento, a sottrarsi all’arresto. Il fermato, un giovane di 22 anni di origine tunisina senza fissa dimora ed irregolare sul territorio nazionale, è stato quindi tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima, tenutosi nella mattinata odierna al termine del quale il giudice ha disposto  nei suoi confronti la custodia in carcere fino alla prossima udienza del 1 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento