menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale a San Patrignano nel segno dell'accoglienza

Una grande festa all’insegna dell’accoglienza e della condivisione, nella grande sala da pranzo addobbata a festa. E’ così che San Patrignano ha vissuto il suo 33esimo Natale

Una grande festa all’insegna dell’accoglienza e della condivisione, nella grande sala da pranzo addobbata a festa. E’ così che San Patrignano ha vissuto il suo 33esimo Natale, che ha visto la partecipazione, oltre che dei ragazzi, di tante associazioni di volontariato che collaborano con la comunità. Anche quest’anno, com’è nella tradizione, nella giornata della vigilia, le porte della comunità si sono aperte a quanti hanno chiesto di farvi ingresso.

Quattordici quelli che, dopo aver effettuato un colloquio, hanno deciso di affrontare il percorso di recupero dalla droga. 14 persone che si sono andate ad aggiungere ai nuovi  44 ospiti entrati due giorni prima, il 22 dicembre, di cui 38 arrivati dalle associazioni presenti sul territorio nazionale che collaborano con Sanpa, 4 dal carcere e 2 minorenni, uno con decreto del tribunale e uno con delega genitoriale, per un totale di 58 persone entrate nel mese di dicembre. E’ così che hanno potuto condividere il Natale con i tanti ragazzi già presenti. La vigilia di Natale dopo la cena preparata dai ragazzi del settore della cucina, con maltagliati e ceci, baccalà alla vicentina, mucchino affumicato con radicchio trevigiano, polenta grigliata, insalata mista e ananas con panna, alle 22.15 don Fiorenzo Baldacci ha celebrato nell’auditorium la Santa messa.  

Tornati tutti in sala da pranzo, scoccata la mezzanotte, una 50ina di ragazze della comunità vestite da ‘angelo’ hanno fatto il loro ingresso per distribuire un regalo con un biglietto d’auguri ad ognuno dei ragazzi in percorso a San Patrignano, tra cui chiaramente  quelli appena entrati.
Il 25 invece San Patrignano ha festeggiato il Natale con un pranzo secondo la tradizione romagnola: cappelletti in brodo (oltre 35mila preparati dalla cucina assieme alle mamme dell’associazione A.N.G.L.A.D. di Cesena), bollito con salsa verde e mostarda di frutta, rape rosse, bietole e patate, frutta e torrone per finire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento