Natale con gli sfollati per due agenti della Municipale di Riccione

Il terzo dei gruppi del Corpo della Polizia Intercomunale ha trascorso le feste nel tendone allestito dalla protezione civile a Caldarola

Hanno trascorso la cena di Natale in 150 nel tendone allestito dalla protezione civile a Caldarola in provincia di Macerata. Le persone sole e gli sfollati che dopo il sisma nel centro Italia si sono trasferite negli alberghi della costa, in occasione delle festività natalizie, sono tornate nei loro luoghi d’origine. Con loro era presente il terzo dei gruppi del Corpo della Polizia Intercomunale di Riccione, partito con un mezzo d’istituto il 23 dicembre e composto dai due agenti Nadir Migani e Valentino Petrarca. Per la cena di Natale i volontari della Protezione civile hanno servito un menù a base di tortellini, arrosti, gratinati e piadina. Un’occasione conviviale per gli abitanti di questa località marchigiana fortemente colpita dal terremoto. Un paese di 2000 abitanti, di cui 1200 trasferiti negli hotel costieri, dove i restanti 800 vivono nei container allestiti dalla Protezione Civile, in roulotte fuori casa o nelle proprie abitazioni rimaste agibili dopo il sisma. Le funzioni dei  due agenti volontari, che termineranno la loro missione il 30 dicembre, consistono in controlli anti furto sul territorio e nelle frazioni vicine.

L’attività d’assistenza e d’aiuto tra Croce rossa Italiana, Protezione Civile e agenti della Polizia Intercomunale è ormai ben rodata con una suddivisione dei compiti che copre ogni bisogno primario, nonostante le condizioni di grande criticità per la popolazione. “C’è un gran desiderio di tornare alla vita normale da parte degli abitanti del paese- affermano i due agenti volontari – dai quali riceviamo affetto e generosità in ogni piccolo gesto quotidiano. La nostra attività, che inizia alle 8 del mattino, oltre a comprendere i controlli su strada e nelle abitazioni abbandonate o semidistrutte, consiste anche nell’assistenza agli animali abbandonati e nel fornire ogni tipo di aiuto nei casi di bisogno. Trascorrere i giorni di festa con queste persone significa per noi, oltre cercare di dare un aiuto concreto, trasmettere la vicinanza della città di Riccione e del nostro Corpo di Polizia Intercomunale di appartenenza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

caldarola (3)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento