Cronaca Riccione

Negano una bevuta a un gruppo di coetanei, si scatena la rissa a bottigliate

A rimanere a terra ferito è stato un 19enne, i carabinieri indagano per ricostruire la vicenda e identificare gli autori del fendente scagliato con un coccio di vetro

C'è una bevuta negata dietro la rissa a bottigliate che si è scatenata nella notte tra domenica e lunedì sul lungomare di Riccione all'altezza del Grand Hotel e che, alla fine, ha visto un 19enne di origini magrebine residente a Bergamo finire all'ospedale. Secondo quanto emerso un gruppo di giovani nordafricani si era feramto sulle panchine per bere della vodka da una bottiglia quando un secondo gruppo di connazionali si è avvicinato chiedendo che venisse offerto da bere. Ne è nata un'accesa discussione che, all'improvviso, dalle parole è passata ai fatti. Uno dei contendenti ha afferrato la bottiglia e, dopo averla rotta, ha ferito il 19enne lasciandolo a terra sanguinante mentre è scattato il fuggi fuggi generale. Quando, sul posto, sono intervenuti i carabinieri hanno trovato solo la vittima ed è stato allerato il 118 coi sanitari che hanno trasportato il ferito al "Ceccarini" da dove è stato poi dimesso con una prognosi di 20 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negano una bevuta a un gruppo di coetanei, si scatena la rissa a bottigliate

RiminiToday è in caricamento