Nei guai alto funzionario della polizia di Stato, ammorbidita la multa al figlio minorenne

Il ragazzino sarebbe stato trovato al volante di una vettura, il padre intervenuto per alleggerire la sua posizione

Rischia un processo penale, con l'accusa di induzione indebita a dare o promettere utilità, un alto funzionario della polizia di Stato che, all'epoca dei fatti, era in servizio alla Questura di Rimini. Il dirigente sarebbe finito nei guai dopo che gli agenti della Stradale avevano pizzicato il figlio, 17enne, alla guida dell'auto senza patente. L'alto funzionario, infatti, avrebbe cercato di far "ammorbidire" il verbale in maniera tale che figurasse come il giovane stesse semplicemente parcheggiando il veicolo e che non stesse viaggiando in strada. Gli agenti intervenuti si sarebbero ben guardati da seguire il "consiglio" dell'alto funzionario e, uno di questi, avrebbe anche registrato il colloquio dove veniva richiesto il "favore". Secondo quanto emerso, il dirigente avrebbe anche provato la strada della Prefettura per cercare di mettere al riparo il ragazzino da guai seri ma, anche su quella sponda, non avrebbe trovato appigli. La vicenda è ancora al vaglio degli investigatori delle Fiamme Gialle e, l'interessato, non è ancora stato sentito dal magistrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento