Nel bagagliaio pesce senza i documenti di tracciabilità, scatta la sanzione

Fermato per un controllo dal personale della Guardia Costiera, lo straniero è stato trovato in possesso di 40 chili di pescato

L’Ufficio Locale Marittimo di Riccione ha provveduto al sequestro di circa 40 Kg di prodotto ittico, principalmente “canocchie”. Durante il controllo del territorio è stata fermata, per un’ispezione. un’autovettura all’interno del porto della Perla Verde. Nel corso delle verifiche all’interno della stessa, appartenente ad un cittadino extracomunitario residente a Rimini, sono stati rinvenuti circa 20 kg di canocchie, circa 5 kg di sogliole, circa 15 kg tra seppie, moletti, triglie e merluzzi, privi della documentazione attestante la tracciabilità e l’origine del pescato. Al termine del controllo è arrivata una sanzione amministrativa di € 1500,00 mentre il prodotto ittico è stato sequestrato; successivamente a seguito d’ispezione del personale del servizio veterinario dell’Ausl di Rimini è stato dichiarato idoneo al consumo umano e quindi donato alla Caritas di Riccione.

pesce pescato pescheria-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento