Nella Giornata mondiale contro l'Aids, in tanti per effettuare le analisi

Il più giovane ad aver effettuato il test è stato un 19enne, il più anziano un 77enne. Il test è sempre gratuito, può essere richiesto al proprio medico di famiglia ma anche effettuato senza prescrizione negli ambulatori di Malattie Infettive e SerT

Sono state complessivamente 29 i riminesi che hanno effettuato il test per l’Hiv lo scorso sabato 29 novembre, nella giornata di apertura straordinaria degli ambulatori in tutta l’Ausl della Romagna, dalle 8 alle 12. Un risultato soddisfacente sia per il numero di utenti che hanno aderito alla campagna, sia per il funzionamento dell’organizzazione, messa a punto dai sanitari dei servizi ospedalieri e territoriali, dai responsabili dei laboratori locali e dal Laboratorio Unico aziendale di Pievesestina. Circa un terzo delle persone che si sono presentate non avevano mai fatto un test per l’Hiv, e in maggioranza gli utenti hanno dichiarato di essersi presentati perché volevano aderire alla campagna; oltre un quarto ha però dichiarato di sentirsi a rischio, e molti hanno riferito di avere ansie da molto tempo. Invece il test per l’Hiv non dev’essere temuto ne’ rimandato, perché l’Hiv è un virus contro il quale esistono cure. Il più giovane ad aver effettuato il test è stato un 19enne, il più anziano un 77enne. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con l’occasione è importante ricordare che il test per l’Hiv è sempre gratuito, può essere richiesto al proprio medico di famiglia ma anche effettuato senza tale prescrizione, negli ambulatori di Malattie Infettive e SerT. Importante ricordare anche ne le persone con Hiv non rappresentano alcun pericolo per gli altri nelle pratiche di vita quotidiane, rispetto alla trasmissione del virus, e non vi è dunque motivo perché subiscano censure o discriminazioni. Inoltre una terapia adeguata consente una vita normale. Ma tanto più è tempestiva la diagnosi, tanto più tali terapie saranno efficaci. Il mantenimento di comportamenti sani e la lotta alla discriminazione delle persone con hiv - importante per incoraggiarle a sciogliere dubbi e paure affrontando il test e la terapia – rappresentano il duplice tema della nuova campagna regionale “Proteggersi sempre-Discriminare mai” attualmente in diffusione in tutta la regione attraverso manifesti, banner e spot radio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento