rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Monte Colombo

Nella lite tra ex spunta una pistola clandestina, 42enne finisce in manette

I carabinieri, nella serata di giovedì, sono intervenuti a Monte Colombo per calmare gli animi

Si è conclusa con un paio di manette, a carico di un 42enne residente a Monte Colobo, la lite tra due ex sedata dai carabinieri. Nella serata di giovedì, infatti, i militari dell'Arma sono intervenuti nella Valconca chiamati dai vicini di casa della coppia allarmati dalle urla che provenivano dall'abitazione. Qui i carabinieri hanno trovato i due che litigavano animosamente con la donna che, al culmine dell'arrabbiatura, ha buttato fuori di casa il compagno. E' stato a questo punto che i militari dell'Arma, nel tentativo di riportare la pace, hanno invitato il 42enne a lasciare l'abitazione ma, la ragazza, ha richiamato l'attenzione dei carabinieri all'interno dell'appartamento. "Se lui se ne ve - ha specificato la donna - non voglio avere nulla a che fare con questa roba".

Ed è così che, nascosto sotto il letto, è spuntato uno zaino con al suo interno una pistola a tamburo calibro 22 con 44 proiettili e il numero di serie parzialmente cancellato. I militari dell'Arma hanno acquisito il revolver e, da ulteriori controlli, hanno trovato una scacciacani carica e senza il tappo rosso nella vettura in uso all'uomo. Per il 42enne sono così scattate le manette per detenzione illegale di arma clandestina ed è stato denunciato a piede libero per ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella lite tra ex spunta una pistola clandestina, 42enne finisce in manette

RiminiToday è in caricamento