rotate-mobile
Cronaca

Nella valigetta 250mila euro in contanti, si indaga sulla provenienza dei soldi

Il sequestro effettuato dai militari della Guardia di Finanza che hanno fermato una giovane di nazionalità albanese all'uscita di Rimini nord dell'autostrada

Come nel più classico dei film nascondeva in una valigetta 250mila euro in contanti ma è stata individuata dalla Guardia di Finanza che ha sequestrato la somma e, adesso, sta indagando per accertare la provenienza del denaro. La scoperta è stata fatta dai militari delle Fiamme Gialle nella giornata di martedì quando, nell'ambito di un controllo, hanno fermato una ragazza di nazionalità albanese di 31 anni al casello di Rimini nord dell'autostrada. Secondo quanto ricostruito la giovane era uscita dall'A14 con la propria vettura per poi dirigersi in un piazzale poco distante. Uscita dall'abitacolo, sarebbe stata raggiunta da un individuo che, con fare sospetto, le avrebbe allungato la valigetta per poi allontanarsi in tutta fretta.

La manovra non è passata inosservata a una pattuglia della Guardia di Finanza che, poco lontano, era impegnata in un controllo e i militari hanno deciso di fare una verifica. La 31enne è stata quindi fermata e, dopo essere stata identificata, gli accertamenti sono stati estesi alla vettura dove è stata trovata la 24ore. Aperta sono spuntati i contanti di cui la ragazza non ha saputo fornire giustificazioni sulla provenienza ed è stata quindi portata in caserma dove, i soldi, sono stati sequestrati ed è emerso che la straniera era la sorella di un 25enne stato arrestato dalle forze dell'ordine a San Benedetto del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, lo scorso gennaio quando è stato trovato in possesso di 2 chili di cocaina. Difesa dall'avvocato Massimiliano Orrù, la 32enne è stata denunciata a piede libero per ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella valigetta 250mila euro in contanti, si indaga sulla provenienza dei soldi

RiminiToday è in caricamento