rotate-mobile
Cronaca

Nelle tasche un set completo di documenti falsi, scattano le manette

L'occhio attento degli agenti della Volante ha permesso di scoprire la seconda identità di un cittadino albanese che si voleva spacciare per romeno

L'occhio attento degli agenti della Volante ha permesso di scoprire la seconda identità di un cittadino albanese che si voleva spacciare per romeno. Tutto è iniziato nella tarda mattinata di martedì quando, durante un normale controllo stradale, il personale della Questura di Rimini ha fermato un Bmw con tre persone a bordo. I ragazzi, tutti di nazionalità albanese, hanno quindi fornito i documenti ma quello seduto sul sedile posteriore, un 24enne, nell'estrarre il portafoglio dal borsello ha fatto intravedere un secondo passaporto. Sospettando che qualcosa non andasse, l'agente ha chiesto conto della presenza di un altro documento. Il giovane ha quindi consegnato spontaneamente sia il passaporto che una carta d'identità rilasciata dalle autorità romene e che riportavano un nome diverso ma la stessa foto del 24enne. L'albanese è stato quindi portato in Questura e, dagli accertamenti effettuati dall'esperto della polizia di Frontiera, è emerso che questo secondo set di documenti era stato abilmente falsificato. Su disposizione del magistrato di turno, quindi, il 24enne è stato arrestato e dovrà rispondere del reato di possesso di documenti falsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle tasche un set completo di documenti falsi, scattano le manette

RiminiToday è in caricamento