Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Nello zaino 90mila euro in contanti, il "corriere" sorpreso su un treno dalla Polfer

Lo straniero non ha saputo fornire una giustificazione plausibile per le banconote trovategli addosso

Incredibile scoperta da parte della Polfer di Bologna che, a bordo di un treno diretto verso il sud, ha scoperto un passeggero con uno zaino pieno zeppo di contanti. Secondo quanto emerso, nella giornata di domenica gli agenti della polizia di Stato sono saliti a bordo del convoglio Venezia-Bari dove si sono imbattiuti in un cittadino albanese sospetto e hanno deciso di identificarlo. E' emerso che si trattava di una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti e che, allo stesso tempo, era sottoposto all'obbligo di dimora in un comune della provincia di Matera. Ma è stato al momento di aprire lo zaino con il quale viaggiava che è arrivata la vera sorpresa: al suo interno erano stipati 88.850 euro in contanti dei quali lo straniero non ha saputo spiegarne la provenienza visti, anche, i modesti redditi dichiarati. L'albanese, quindi, è stato fatto scendere alla stazione di Rimini dove la Polfer ha chiesto l'intervento della Guardia di Finanza per valutare la sussistenza di eventuali reati in materia finanziaria e valutaria di specifica competenza delle Fiamme Gialle. Il denaro è stato sottoposto sequestro preventivo mentre, lo straniero, è stato denunciato a piede libero con l’accusa di riciclaggio, in relazione ai contanti trovati in suo possesso, ed è stato inoltre segnalato al Tribunale di Sorveglianza di Matera per aver violato l’obbligo di dimora. Sono in corso ulteriori indagini per verificare la provenienza della somma trasportata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nello zaino 90mila euro in contanti, il "corriere" sorpreso su un treno dalla Polfer

RiminiToday è in caricamento