Neve e gelo non fermano le prostitute

E’ di otto denunce il bilancio di un servizio di controllo effettuato dai Carabinieri di Rimini e Miramare nella tarda serata di lunedì nelle aree urbane sensibili alla prostituzione

E’ di otto denunce il bilancio di un servizio di controllo effettuato dai Carabinieri di Rimini e Miramare nella tarda serata di lunedì nelle aree urbane sensibili finalizzato al contrasto della criminalità diffusa e della prostituzione. I militari hanno denunciato sette prostitute romene, tra i 22 ed i 31 anni, perché inottemperanti all’ordinanza del sindaco che vieta la prostituzione in strada. Le ragazze sono state sorprese a vendersi in viale Principe di Piemonte.

Un albanese di 29 anni è stato denunciato perché responsabile di porto abusivo di oggetti atti ad offendere. I Carabinieri, dopo aver controllato l’individuo in via Fiume, hanno trovato e sequestrato una chiave inglese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento