menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna la neve in Romagna, scuole chiuse a Rimini

Tutto il riminese, compresa la fascia costiera, è interessato dal tardo pomeriggio di venerdì da una fitta nevicata. Il manto bianco ha superato i dieci centimetri e le previsioni meteo per la giornata di sabato sono tutt'altro che incoraggianti

Tutto il riminese, compresa la fascia costiera, è interessato dal tardo pomeriggio di venerdì da una fitta nevicata. Il manto bianco ha superato i dieci centimetri e le previsioni meteo per la giornata di sabato sono tutt'altro che incoraggianti: da sabato pomeriggio e fino a domenica mattina, come recita l'allerta meteo della Protezione Civile si prevede l'intensificazione delle precipitazioni nevose che, a iniziare dai rilievi, interesseranno l'intero territorio regionale.

Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, ha firmato un'ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in tutto il territorio del Comune di Rimini. L'Ordinanza, spiega l'amministrazione comunale, "si e' resa necessaria a causa dell'abbondante nevicata in corso da venerdì sera". Scuole aperte a Santarcangelo, dove sono in azione sei mezzi spazzaneve oltre a quelli attivati dalla Provincia sulle strade provinciali.

Due mezzi sono operativi in zona Montalbano, Ciola, Stradone, Canonica; uno in zona Sant'Ermete, San Martino; uno in zona San Vito, San Giustina, La Giola; due in centro Santarcangelo (centro urbano e centro storico) e San Michele. Priorità liberare le strade principali e quelle ad alta percorrenza, quelle collinari, le strade con forti pendenze, i cavalcavia, gli ingressi all'ospedale e Casa di cura.

Numerosi i disagi nel tardo pomeriggio di venerdì e prima serata con incolonnamenti lungo le strade e lungo l'autostrada A14. tra Bologna e Pesaro. Per l'abbondante precipitazione è stato chiuso in serata il tratto tra Riccione e Cattolica. Al chilometro 38,2 sud accumulo dei mezzi pesanti con peso superiore alle 7.5 tonnellate (tra Bologna San Lazzaro e Castel San Pietro).  Problemi anche sulla linea ferrovaria, con ritardi. Un Intercity ha accumulato 95 minuti di ritardo. Intanto la Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato una nuova allerta meteo.

ACCUMULI PREVISTI - Nel settore centro-orientale i fenomeni saranno in esaurimento già dal pomeriggio di domenica. In particolare gli accumuli di neve previsti al suolo possono variare tra i 30 ed i 50 centimetri su tutti i rilievi al di sopra dei 500 metri, tra i 10 ed i 20 centimetri sulla pianura centro-occidentale; fino a 10 centimetri sulla fascia costiera. Durante le ore notturne sarà possibile la formazione di ghiaccio.

ATTENZIONE AL MARE - Si prevede inoltre mare agitato a largo e molto mosso sotto costa, con possibili ingressioni marine durante la notte fra sabato e domenica. L'altezza dell'onda in mare aperto è stimata tra 2,5 a 4 metri (mare agitato), con direzione di provenienza Est. Dalla tarda serata di sabato e fino alle prime ore di domenica, sotto costa, si prevede l'effetto combinato dell'altezza dell'onda (stimata tra i 2 e i 2,5 metri) e del livello del mare (stimato intorno a 0,8 metri). L'effetto sarà risentito sulla fascia costiera in diminuzione da nord (comuni costieri ferraresi), verso sud fino all'annullamento dell'effetto nel territorio riminese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento