Nin Zilli madrina musicale per il World Ducati Week 2018

L’esibizione live della cantautrice italiana sarà il momento clou di una serata già di per sé appassionante e coinvolgente che prende il nome di “Sound of Passion Night”

Definito anche il ricco programma serale che animerà il “fuori-circuito” del WDW2018, il raduno mondiale Ducati che, dal 20 al 22 luglio si terrà al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. Per la serata di sabato, momento di spettacolo e incontro di piloti e management Ducati con il pubblico della Riviera, è arrivata anche la conferma della presenza di Nina Zilli, con un concerto esclusivo, gratuito ed accessibile a tutti.
 
L’esibizione live della cantautrice italiana sarà il momento clou di una serata già di per sé appassionante e coinvolgente che prende il nome di “Sound of Passion Night”. A partire dalle ore 21.30, piazzale Roma a Riccione si colorerà di rosso per ospitare la presentazione dei piloti Ducati, condotta da Linus e animata dalla pura energia musicale del DJ set di Radio Deejay e degli Street Clerks, per poi concludersi appunto con il concerto di Nina Zilli.
 
Il fitto programma di intrattenimento serale del World Ducati Week comincia già venerdì 20 luglio con la lunga e colorata parata di moto Ducati che, partendo dal circuito Internazionale di Misano “Marco Simoncelli” alle 19.45, raggiungerà il lungomare di Rimini dove si svolgerà una simpatica “rustida” per tutti i partecipanti al WDW2018, a base di piadina e sardoncini, seguita dallo “Scrambler® Beach Party” con la musica proposta da Virgin Radio e DJ Ringo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento