Nomi falsi per soggiornare in hotel, coppia di ladre finisce in manette

Arrestate dalla polizia di Stato durante un controllo nelle strutture ricettive, al loro attivo una serie di reati contro il patrimonio

Si è conclusa con l'arresto e la condanna la carriera di due donne che, al loro attivo, avevano una lunga serie di reati contro il patrimonio. A finire nella rete della polizia di Stato sono una 35enne e una 28enne, senza fissa dimora, incappate in un controllo degli agenti all'interno di un hotel di Marina Centro. Entrambe nomadi già note alle forze dell'ordine, e sulle quali pendeva un divieto di dimora nella provincia di Rimini e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, al momento di essere identificate hanno fornito delle false generalità per sviare il personale della polizia di Stato ma, i successivi accertamenti, hanno permesso di far emergere i loro veri nomi. Arrestate, nella mattinata di mercoledì sono state processate per direttissima e condannate rispettiamente ad un anno e un mese ed un anno e tre mesi di reclusione, da scontare interamente in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Tremendo schianto in autostrada, un morto e un ferito in gravi condizioni

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento