Non riesce a prevedere il proprio futuro, cartomante denunciata per estorsione

La "veggente" aveva agganciato sui social network la propria vittima per poi obbligarla ad acquistare i suoi riti propiziatori

Cartomante di professione, una 32enne di Trapani non è riuscita a leggere nelle carte il proprio futuro e si è ritrovata con una denuncia a piede libero per estorsione. Tutto è iniziato alcuni mesi fa quando la vittima, una 55enne residente in alta Valmarecchia, si era rivolta alla veggente che operava sui social network nel tentativo di risolvere i propri problemi. Sono così iniziati i riti propiziatori della "maga" che, nella mente della signora, sarebbero dovuti servire per risollevare sia le proprie sorti che quelle dei famigliari. Non è chiaro se i primi problemi della vittima erano stati risolti dalla veggente ma quest'ultima, ai primi di ottobre, ha contattato la cliente per spiegarle la sua "visione". Secondo la cartomante, infatti, la 55enne era finita nel mirino di una nuova "fattura" e per eliminare il malocchio erano necessari dei nuovi  “giri di carte” comprensivi di presunte protezioni utili ad allontanare il maleficio.

La vittima, a questo punto, era sprofondata nuovamente nella depressione convincendosi dalle parole della maga di essere in pericolo. Un periodo fatto di sofferenza, ansie e sconforto, sotto la minaccia del ritorno del “male” ad incombere sulla vita di tutti i giorni e quella dell’amata famiglia. Anche perchè, nel frattempo, la “fattucchiera” continuava a rincarare la dose con messaggi allarmistici su Whatsapp dove spiegava che per scongiurare il male erano necessarie le sue prestazioni di cartomante dietro pagamento. La 55enne, oramai in preda della "maga", aveva pagato una prima tranche de 100 euro su una Poste Pay intestata alla 32enne ma la siciliana continuava a pretendere altro denaro, anche con minacce, per completare i suoi "riti".

Solo dopo una lunga serie di pressioni da parte della cartomante, accompagnate da offese e minacce di ritorsioni e di morte nei confronti dei famigliari, la 55enne ha trovato la forza di rivolgersi ai carabinieri di Novafeltria raccontando l'accaduto. Gli inquirenti dell'Arma, partendo dal pagamento dei 100 euro, hanno seguito il denaro fino ad arrivare alla trapanese che avrebbe utilizzato altre volte lo stesso metodo per estorcere i soldi ai creduloni che agganciava su internet. La veggente, al termine delle indagini, è stata quindi denunciata per estorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento