Cronaca

Nonostante la quarantena va in spiaggia per fare un tuffo in mare

La donna è stata individuata da una pattuglia della polizia di Stato mentre si asciugava al sole

Non ha saputo resistere al bel tempo e alle temperature miti la 44enne russa che, nel pomeriggio di giovedì, è stata sorpresa da una pattuglia della polizia di Stato in spiaggia. La straniera, all'altezza del Bagno 146, era scesa a riva per godersi un bagno fuori stagione e quando gli agenti l'hanno raggiunta era tranquillamente stesa al sole per asciugarsi ma il tuffo le è costato una pesante sanzione per l'inosservanza della quarantena. Stesso discorso per un 37enne di Montescudo pizzicato a pedalare in sella alla sua bici lungo viale regina Elena. L'uomo, fermato dall pattuglia, ha spiegato di essere arrivato fino a Rimini per acquistare delle mascherine nella farmacia di piazza Marvelli e di stare tornando a casa peccato che, però, non avesse nessun tipo di dispositivo di protezione e nemmeno lo scontrino dell'acquisto. Un altro ciclista, che voleva fare un giretto, è stato fermato e sanzionato sul lungomare.

Anche la spesa a diversi chilometri da casa è costata parecchio a due cittadine romene, di 42 e 32 anni, così come per una riminese 48enne. Quest'ultima, alle richieste degli agenti, ha spiegato che nel supermercato sotto casa avevano finito i suoi biscotti preferiti e che, quindi, stava cercando altri negozi dove fossero disponibili. Per altri tre riminesi, di 40 e 32 anni e un padre 36enne con due figlie minorenni al seguito, fatale è stata la sgambata coi cani sulla spiaggia di San Giuliano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonostante la quarantena va in spiaggia per fare un tuffo in mare

RiminiToday è in caricamento