Norme riciclaggio, il pm chiede l’archiviazione per gli impiegati Carim

Il pubblico ministero di Rimini, Luca Bertuzzi, ha chiesto l'archiviazione per gli oltre cento impiegati della Carim, accusati di violazione alle norme antiriciclaggio

Il pubblico ministero di Rimini, Luca Bertuzzi, ha chiesto l'archiviazione per gli oltre cento impiegati della Carim, accusati di violazione alle norme antiriciclaggio. Il magistrato non ha ravvisato profili penali nei confronti dei dipendenti, i quali si erano adeguati alle disposizioni date loro dai vertici dell’istituto di credito. Quest'ultimi per il momento non hanno ricevuto alcun avviso di garanzia. L'inchiesta nasce da una costola dell'indagine “Re Nero” di Forlì.

Sotto la lente di ingrandimento dei militari della Guardia di Finanza di Rimini sono finiti flussi di denaro sospetti, risultati al termine degli accertamenti tutti regolari. I militari hanno analizzato oltre 200mila file. E' stato verificato che all’epoca dei fatti c’era una norma che non riteneva necessaria l’identificazione di soggetti che operavano per conto delle società. Invece l’incompleta registrazione all’Archivio di operazioni con contanti non è imputabile ai dipendenti della Carim.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento