Notte di controlli dei Carabinieri: nomade incinta sorpresa a rubare sull'autobus

La passata notte i Carabinieri di Rimini, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio, al fine di prevenire e reprimere i reati come furti e spaccio di droga.

La passata notte i Carabinieri di Rimini, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio, al fine di prevenire e reprimere i reati come furti e spaccio di droga. La serata si è rivelata particolarmente ‘impegnativa’ visto che alle prime luci dell’alba le persone arrestate erano tre e quattro le denunce.

GLI ARRESTI - Un polacco di 48 anni, in Italia senza fissa dimora, è stato arrestato in viale Regina Elena mentre scendeva dall’autobus numero 4 dopo aver rubato un portafogli ad una turista anziana, con all’interno documenti e 100 euro. La refurtiva è stata recuperata e restituita: il polacco comparirà, dopo una notte in camera di sicurezza, lunedì davanti al giudice per il rito direttissimo. Stesso furto poco dopo, dove una 37enne rom, già conosciuta alle forze dell’ordine, è finita in manette con l’accusa di furto con destrezza in concorso: insieme alla figlia minorenne, deferita in stato di libertà, è stata sorpresa mentre scendeva dall’autobus della locale linea urbana 11, subito dopo aver rubato un portafogli, che conteneva documenti e 120 euro ai danni di un passeggero. Anche in questo caso la refurtiva è stata recuperata e restituita. Per la donna, incinta, è scattata la misura degli arresti domiciliari presso una comunità del luogo. Arrestato anche, in esecuzione di un ordinanza di aggravamento della custodia cautelare in carcere, un 37enne tunisino, senza fissa dimora. E’ stato trovato in piazzale Marvelli e portato in carcere a Rimini.

LE DENUNCE - I militari hanno anche denunciato in stato di libertà per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti un 25enne di origine macedone, poiché sorpreso in via Flaminia, mentre cedeva una dose di hashish  a un turista milanese. Tre romeni invece sono stati denunciati in quanto, in viale Regina Margherita, esercitavano l’attività illecita di pubbliche scommesse e giochi d’abilità (i cosiddetti ‘campanellari’). Tre i  segnalati alla Prefettura, poiché, conclusione delle relative perquisizioni personali sono stati trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento