Notte di fuoco a Riccione: 8 arresti per rapine, droga e furti nelle discoteche

Serata impegnativa per i carabinieri della Perla Verde costretti a correre nei vari luoghi di divertimento della città per una impressionante serie di reati

Nottata di duro lavoro per i carabinieri di Riccione che, tra sabato e domenica, sono stati costretti a correre nei vari luoghi di divertimento della città per una serie di reati che hanno portato all'arresto di 8 persone. In particolare, a finire in manette è stato un 27enne di Campo San Piero, in provincia di Parma, arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Il ragazzo, al volante della propria vettura, ha ignorato l'alt di una pattuglia dell'Arma che lo voleva fermare per un controllo stradale. Ne è nato un inseguimento durante il quale, il 27enne, ha tranquillamente ignorato stop, precedenze e semafori oltre a compiere sorpassi azzardati per poi cercare di infilarsi in una zona pedonale. Bloccato dai carabinieri, il veneto ha tentato nuovamente la fuga con pugni e spintoni ma i militari sono riusciti a bloccarlo. Visibilmente alterato, il 27enne si è poi rifiutato di sottoporsi al test dell'etilometro. Poco più tardi, nella rete dei carabinieri sono finiti due ragazzi campani pizzicati, in flagranza di reato, per furto aggravato. I malviventi, infatti, avevano appena infranto il vetro di una Mercedes parcheggiata in via Sardegna per poi impossessarsi di quanto contenuto nell'abitacolo. Ammanettati e portati in caserma, i successivi accertamenti hanno permesso ai militari dell'Arma di individuare un terzo complice, un 30enne sempre campano. La successiva perquisizione nell'alloggio dei tre ha permesso di scoprire 50 grammi di cocaina e 80 grammi di marijuana, già suddivise in decine di dosi e pronte per lo spaccio, che hanno fruttato al trio anche l'accusa di dentenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La nottata è proseguita con altri tre arresti nelle prime ore di domenica quando, al 112, è arrivata la richiesta di aiuto da parte di alcuni ragazzi appena stati rapinati nei pressi di una nota discoteca. Sul posto sono arrivate alcune pattuglie dell'Arma che hanno bloccato due marocchini, di 21 e 24 anni, e un albanese 22enne. Portati in caserma è emerso che i tre stranieri, spacciandosi per poliziotti, intimorivano le loro vittime e, nel corso di una perquisizione, asportavano quanto di valore trovavano nelle tasche. Oltre a varia refurtiva ritrovata nelle loro tasche, tra cui diversi telefoni cellulari, sono spuntate anche alcune dosi di droga. A carico del trio, inoltre, c'è anche un'altra rapina messa a segno poco prima ai danni di un altro ragazzo. All'alba, invece, è stato ammanettato un 50enne rom, già noto alle forze dell'ordine, in quanto colpito da un ordine di carcerazione agli arresti domiciliari per furto e ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento