Notte di fuoco a Riccione: rissa e accoltellamento, grave un 18enne

Due episodi distinti avvenuti a poca distanza l'uno dall'altro hanno tenuto impegnati i carabinieri che hanno effettuato un fermo

Due episodi distinti di criminalità, avvenuti a poca distanza l'uno dall'altro, hanno tenuto impegnati i carabinieri della Compagnia di Riccione intevenuti per riportare la calma e, in un caso, fermare uno dei presunti colpevoli. Il primo si è verificato nella zona del portocanale della Perla Verde, in viale Dante, nella prima serata di sabato dove pare che a innescare la lite tra due marocchini sia stata una questione legata alla droga. Un 20enne nordafricano, già noto alle forze dell'ordine e residente nel bolognese, ha iniziato a litigare con un connazionale 27enne. Nel corso dell'animata discussione è spuntato un coltello e, il più giovane, ha sferrato alcuni fendenti al costato del rivale con un coltello prelevato dal tavolo di un ristorante sulla strada. Il 27enne è crollato a terra ferito mentre, il 20enne, è fuggito facendo perdere le proprie tracce. Sul posto, oltre al personale del 118 che ha prestato i primi soccorsi al marocchino, è intervenuto il Radiomobile dei carabinieri coi militari che, dopo aver raccolto le prime testimonianze e la descrizione dell'accoltellatore, sono partiti alla sua ricerca. Il fuggitivo è stato individuato mentre si nascondeva nel parcheggio di un albergo ed è stato ammanettato e portato in caserma. Perquisito, nelle tasche del 20enne sono stati trovati 1,67 grammi di hashish. Il giovane è stato arrestato per lesioni personali mentre il ferito, seppur in gravi condizioni all'Infermi di Rimini, non sarebbe in pericolo di vita.

Il secondo episodio, invece, si è verificato intorno alle 2 in piazzale Azzarita sempre a Riccione. Qui si è innescata una feroce rissa tra un gruppo di albanesi che ha iniziato a picchiarsi selvaggiamente. Ad avere la peggio è stato un 18enne, raggiunto da diversi pugni al volto, che è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari del 118 intervenuti sul posto ed è stato portato al "Bufalini" di Cesena dove si trova in condizioni disperate e, i medici, lo stanno tenendo in coma farmacologico. Mentre è scattato l'allarme, che ha fatto intervenire una pattuglia dei carabinieri, i rissaioli sono riusciti a fuggire facendo perdere le loro tracce. Sono in corso le indagini per cercare di ricostruire quanto accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

QUI GLI AGGIORNAMENTI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento