Notte di furti, prese di mira le borsette

I Carabinieri hanno arrestato tre persone per furto nella notte tra lunedì e martedì, nei locali del litorale. Il primo si è avvicinato ad una 22enne fingendo un innocuo abbraccio

I Carabinieri hanno arrestato tre persone per furto nella notte tra lunedì e martedì, nei locali del litorale. Si avvicinava ad una 22enne originaria di Atri e, dopo averla abbracciata, le apriva furtivamente la borsetta, impossessandosi del telefono cellulare, del portafogli e della macchina fotografica.  I militari dell’Aliquota Radiomobile hanno arrestato G.R., nato ad Aversa nel 1993 e residente a Teverola, perchè responsabile di furto aggravato.

La ragazza, insospettita dal comportamento dello sconosciuto, realizzava di aver patito un furto e richiedeva l’intervento militari che, tempestivamente giunti sul posto, individuavano il 18enne, arrestandolo. La refurtiva, parzialmente recuperata, veniva restituita all’avente diritto.


In un altro locale hanno i militari deferito in stato di libertà G.M., nato a Vigevano nel 1977 ed ivi residente, celibe, metalmeccanico, incensurato, perchè responsabile di furto aggravato.Alle ore 04:00 circa, all’interno del locale da ballo, il predetto si impossessava della borsetta che R.R.P., 34enne di Calderara di Reno, aveva lasciato poggiata sopra una sedia adiacente la pista da ballo.  L’azione delittuosa veniva però notata da un’amica della vittima che richiedeva l’intervento degli addetti alla sicurezza del locale i quali, unitamente ai militari, bloccavano il giovane. La refurtiva veniva recuperata e restituita all’avente diritto.

A Riccione, nei pressi dello stabilimento balneare n.128, militari dell’Aliquota Operativa, coadiuvati da agenti della locale Polizia Municipale hanno arrestato I.N., nato in Senegal nel 1979 e residente a Bra (CN), pregiudicato, perchè responsabile di furto aggravato.  Il 32enne senegalese, dopo essersi avvicinato a S.G., 21enne originario di San Giorgio a Cremano (NA), che si trovava appartato su un lettino in compagnia di una giovane donna, si impossessava del telefono cellulare e del portafogli.  La vittima  allertava una pattuglia della Polizia Municipale in transito che si poneva subito alla ricerca del ladro. Poco dopo, gli agenti della Polizia Municipale ed i Carabinieri, tempestivamente sopraggiunti, individuavano il malfattore, arrestandolo. La refurtiva, parzialmente recuperata, veniva restituita all’avente diritto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento