menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Notte Rosa a Riccione, day 2: arresti per furto e spaccio

Gran lavoro di prevenzione per i Carabinieri della Compagnia di Riccione ma, anche la seconda nottata della due giorni in rosa, la situazione dell’ordine e sicurezza pubblica non ha subìto turbative

Gran lavoro di prevenzione per i Carabinieri della Compagnia di Riccione ma, anche la seconda nottata della due giorni in rosa, la situazione dell’ordine e sicurezza pubblica non ha subìto turbative nonostante l’afflusso di migliaia di giovani in cerca dello sballo del sabato sera con strade, autobus e treni completamente pieni di ragazzi e ragazze, di cui alcuni già ubriachi ancor prima di giungere in Riviera.

Infatti, cittadini e turisti sono riusciti a godersi in tutta tranquillità l’atteso evento senza doverselo rovinare per problemi attinenti alla sicurezza. Difatti, anche la località Marano di Riccione, zona molto frequentata da giovani, che solitamente comporta complicazioni per eventuali risse e/o situazioni che rovinano il clima festoso, turbando l’ordine e la sicurezza pubblica, ha riposto positivamente ai costanti presidi dell’Arma che si sono limitati alla prevenzione non dovendo intervenire per reprimere alcun episodio di violenza.

Anche la spiaggia è stata ben presidiata senza aver rilevato tangibili situazioni di pericolo per i presenti. Numerose le pattuglie di carabinieri disposte in tutto il territorio della Compagnia, sia in borghese che in uniforme. Particolarmente utile ed apprezzata è stata la Stazione Mobile impiegata in Viale Ceccarini e piazzale Roma dove ha potuto garantire ai turisti in festa assistenza e vicinanza. Nel corso delle attività di controllo e verifica sono stati identificate oltre 1300 persone.

Tuttavia ci sono stati anche arresti e denunce. Un ventuenne tunisino è stato arrestato nel cuore della nottata tra sabato e domenica in quanto, lungo viale Ceccarini mare, approfittando della calca dovuta dalle centinaia di persone presenti lungo la via, con destrezza ha aperto la borsa di una ragazza per poi prendere un telefono cellulare ivi riposto e nasconderlo all’interno delle mutande. I militari, notato il gesto, hanno fermato immediatamente il ragazzo e, dopo una prima resistenza, sono riusciti a bloccarlo. Con se aveva anche nascosti nelle scarpe 5,3 grammi di marijuana, subito sequestrati.

Dovrà rispondere dell’accusa di furto anche un 17enne marocchino, domiciliato a Reggio Emilia, e già noto alle forze dell’ordine. Il giovane, salito in un autobus di linea, approfittando della calca, ha rubato con destrezza un portafogli da un passeggero per poi cercare di dileguarsi alla fermata successiva. Subito sono intervenuti i militari che l’hanno bloccato e arrestato. Due ventunenni pesaresi, ubriachi, sono stati denunciati invece per il furto di un risciò in via Dante.

Un venticinquenne di Roseto degli Abruzzi, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per spaccio di stupefacenti in una discoteca. Il giovane è stato sorpreso mentre, attorniato da diversi giovani, estraeva degli involucri di cellophane dalle tasche. Complessivamente sono stati trovati 2.9 grammi di Mdma suddivisi in 9 dosi, 0.6 grammi di cocaina suddivisa in 2 dosi, 1.8 grammi hashish ed una dose di Ketamenia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento