Notte Rosa, il sindaco Tosi chiede unità di crisi in Prefettura: "Va rimandata al 2021 come le Olimpiadi"

In subordine chiediamo di adottare uno stringente protocollo sanitario e di ordine pubblico a cui i territori possano adeguarsi in previsione della Settimana Rosa

"E' necessario convocare una riunione in Prefettura del tavolo tecnico di un'unità di crisi sull'emergenza Covid - 19 che prenda in esame la possibilità di spostare al 2021 come fatto per tutti gli altri eventi la Settimana Rosa. In subordine chiediamo di adottare uno stringente protocollo sanitario e di ordine pubblico a cui i territori possano adeguarsi in previsione dell'imminente Settimana Rosa. E chiedo al presidente della provincia Riziero Santi di farsi tramite presso il prefetto di Rimini di questa richiesta della città di Riccione". Lo scrive in una lettera aperta il sindaco, Renata Tosi indirizzata al presidente della Provincia Riziero Santi e per conoscenza al presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini e al direttore dell'Ausl Romagna, Tiziano Carradori. 

"Visto la coincidenza temporale che vuole l'avvicendamento al vertice della nostra prefettura e l'imminenza della Settimana Rosa - precisa il sindaco Tosi - chiedo al presidente della provincia di farsi carico di tale doverosa richiesta. Al momento non mi risulta alcun protocollo che unisca le misure sanitarie a quelle di pubblica sicurezza. Un protocollo pensato appositamente per la Settimana Rosa. E' superfluo in questa sede ribadire a quale responsabilità sono chiamati gli amministratori pubblici. Responsabilità a cui, tutti noi sindaci romagnoli non ci siamo mai sottratti nell'anno della estenuante lotta per contenere un'emergenza sanitaria, che stando alle disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del ministro della Salute, sono tuttora in vigore. Semmai al 31 luglio l'emergenza dovesse essere dichiarata finita, evenienza che tutti attendiamo con ansia, forse - e sottolineo forse - in quel caso la nostra responsabilità sarebbe ridimensionata ad un'estate normale. Questa non è un'estate come le altre e credo proprio che la Settimana Rosa dovrebbe come tutti gli altri eventi spostata al 2021. Ma se non la si vuole spostare almeno pensiamo a come limitare i danni, a proteggere le nostre comunità. E' una posizione impopolare? Non è vero, sono i cittadini a chiederlo, sono le categorie più esposte a pretendere risposte".

"Voglio fugare ogni dubbio, nessuno ha mai chiesto agli imprenditori di chiudere alcunché - conclude -. Vi pare possibile chiudere quando abbiamo finalmente e con fatica raggiunto il numero di presenze turistiche di una normale estate?  No quello che abbiamo condiviso sono le possibili ed eventuali misure di protezione che possiamo adottare per assicurarci appunto che la stagione continui bene. E' sulle modalità di protezione che ancora una volta ho voluto risvegliare le coscienze e chiedere il confronto. Assicurando comunque che l'amministrazione di Riccione è pronta a dare risposte ai cittadini e agli operatori". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica

Replica il presidente della provincia Santi: "Proprio allo scopo di valutare insieme ai sindaci le iniziative e le modalità del loro svolgimento in sicurezza si è già tenuta la riunione del Comitato Ordine pubblico e sicurezza in data 14 luglio. Il Comitato è composto dal Prefetto che lo convoca e lo presiede, dal Presidente della Provincia, dal sindaco del Comune capoluogo e da tutti i sindaci interessati agli eventi e alle criticità da esaminare, unitamente ai vertici di tutte le forze dell’ordine del territorio. All’incontro, come si è saputo dalla stampa nei giorni successivi, il sindaco di Riccione non era presente perché, disse, impegnata a ricevere Briatore. A rappresentare il Comune di Riccione nemmeno un assessore o il comandante della Polizia Municipale, ma un funzionario del settore turismo. L’organizzazione e l’osservanza delle norme di sicurezza nelle manifestazioni turistiche fanno capo a chi le organizza e quindi Riccione, come tutti gli altri Comuni, dovrà farsene carico nel quadro di normative di sicurezza ordinarie e anti-covid in vigore: divieto di assembramenti, distanziamento, mascherina ed altro. Le forze dell’ordine, come sempre fanno in maniera encomiabile, non mancheranno di vigilare sulla sicurezza e l’ordine pubblico. Non mi compete di entrare nel merito dell’evento Notte Rosa che è organizzato dai Comuni e che comunque rappresenta una attrazione turistica importante per il nostro territorio soprattutto in un momento di difficoltà come questo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento