"La Notte Rosa non si discute": Regione al lavoro per innovare le prossime edizioni

La Regione è già al lavoro per migliorare e innovare le prossime edizioni. A tracciare la strategia della Regione è l'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini

Non tutti hanno concordano col successo dell'undicesima edizione della Notte Rosa. La Regione è già al lavoro per migliorare e innovare le prossime edizioni. A tracciare la strategia della Regione è l'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini: "La Notte Rosa non si discute. Anzi l’obiettivo per la prossima edizione sarà - migliorando là dove è necessario farlo - quello di rilanciare e innovare maggiormente questo grande contenitore di emozioni, contenuti autentici, sogni, che valorizza ed esalta l’industria dell’accoglienza e dell’ospitalità della costa. Questo potenziando, quello che dovrà essere sempre più un grande evento di sistema, una kermesse che ci viene invidiata da tutti, una sfida comune che celebra l’industria turistica di uno dei più grandi distretti internazionali".

Prosegue Corsini: "Il dibattito che ogni anno segue l’evento va ascoltato con molta attenzione. Ma non può essere la bussola con la quale ci si orienta per il futuro e la base su cui poggiare possibili ripensamenti. Questo perché la Notte Rosa è uno straordinario momento di comunicazione, nazionale ed internazionale, un gigantesco e impagabile spot pubblicitario e una grande operazione di marketing, che trasmette una immagine positiva della nostra Riviera. Senza contare, e i numeri parlano da sé, le presenze e l’indotto economico che riesce a generare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi l’assessore regionale al Turismo si spinge oltre nel pensare alle edizioni future. "Macché abbandonare, occorre rilanciare le prossime edizioni aumentando e strutturando- aggiunge Corsini- eventi diffusi, coinvolgendo maggiormente gli operatori privati, come stiamo facendo per la notte del liscio che si svolgerà dal 21 al 24 luglio, un grande evento musicale che valorizzerà uno dei tratti identitari della Romagna con una forte apertura all’innovazione e alla contaminazione con diversi generi musicali. La competizione e le grandi sfide globali si vincono solo pensando e agendo come grandi distretti e macroaree turistiche e non alimentando campanilismi e bizzarre soluzioni che lasciano il tempo che trovano, alimentando un dibattito poco interessante e scarsamente lungimirante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento