L'aspettavano in sala operatoria, scomparsa una 76enne: task force lungo il Marecchia

I carabinieri stanno battendo gli argini del fiume, al lavoro il soccorso Alpino, l'Aeronautica, i gruppi cinofili e i Vigili del fuoco con i gommoni

Le ricerche sono iniziate ieri pomeriggio, dopo l'allarme dato dalla famiglia. E da quel momento i Carabinieri della compagnia di Novafeltria, guidati dal Capitano Silvia Guerrini, continuano a battere gli argini del fiume Marecchia, a Novafeltria, per trovare Gabriella Poggioli, 76 anni. La signora - conosciuta in paese con il cognome del marito, Raffelli - ha quattro figli e oggi pomeriggio avrebbe dovuto entrare in sala operatoria per sottoporsi a un ennesimo importante intervento chirurgico. Ieri, però alle 16.15 una telecamera del Comune l'ha ripresa camminare vicino alla scuola Tonino Guerra per poi dirigersi da sola verso la pista ciclabile del Marecchia, limitrofa al parco e a un'area boscosa che dà sul fiume.

Guarda il VIDEO dei soccorsi

Le riprese successive non la inquadrano più e, per questo motivo, le forze dell'ordine sono abbastanza certe che la donna possa trovarsi in quell'area. La speranza è che possa essere caduta ed essersi fatta male. E' uscita di casa senza portare con sé borsa, sigarette e cellulare. La famiglia è con il fiato sospeso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al lavoro insieme alla compagnia di Novafeltria ci sono i carabinieri del Gruppo Cinofili di Firenze con i cani molecolari, il soccorso Alpino intervenuto con l'elicottero del SAR Aeronautica,  che ha sorvolato la zona già dall'alba, i Vigili del fuoco e tanti volontari. In arrivo anche i Vigili del fuoco fluviali con i gommoni. La pioggia di questi giorni non aiuta le ricerche, il terreno con il fango è molto scivoloso. Le forze dell'ordine, che per tutta la notte hanno continuato a battere ogni centimetro della zona, fermandosi solo qualche ora intorno all'una perché le condizioni non permettevano, lanciano un appello a chiunque l'avesse vista di mettersi subito in contatto con i carabinieri o i familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento