Novafeltria, sulla Marecchiese lavori di sfalcio erba a rischio infortunistico

Tale cantiere stradale era esclusivamente segnalato da due cartelli posti ai margini della carreggiata di cui uno in direzione di Novafeltria indicante “pericolo generico” mentre l’altro in direzione di Secchiano indicante “ lavori in corso.

Giovedì, lungo la Sp258 Marecchiese nel tratto di competenza del Comune di Novafeltria all’altezza del numero civico 76 ( Carrozzeria Giacomini) alle ore 10,30 circa due Operai del Comune di Novafeltria erano intenti allo sfalcio dell’erba ai margini della carreggiata e in piena curva con scarsa visibilità. Tale cantiere stradale era esclusivamente segnalato da due cartelli posti ai margini della carreggiata di cui uno in direzione di Novafeltria indicante “pericolo generico” mentre l’altro in direzione di Secchiano indicante “ lavori in corso.

La corsia di destra in direzione Novafeltria era occupata dai medesimi operai con un automezzo Piaggio Ape del Comune di Novafeltria che era fermo con le 4 frecce di emergenza attivate utilizzato per la raccolta e successiva asportazione dell'erba e del materiale di risulta. Tale automezzo posizionato in piena curva e a ridosso della linea di mezzeria imponeva una circolazione stradale a senso alternato non regolata dal servizio movieri, esponendo a serio rischio infortunistico stradale sia i medesimi Operai comunali come anche i conducenti dei veicoli che provenivano da entrambe le direzioni.

Lungo tale tratto di strada provinciale ad intenso traffico veicolare abbiamo potuto riscontrare che sono nel frattempo transitate tre gazzelle dei Carabinieri di Novafeltria. Avendo fatto una veloce ricognizione fotografica per documentare quanto accadeva nel procedere in direzione di Novafeltria all’incrocio tra la sp. 258 e la Via A. Galli una di tali gazzelle dei Carabinieri si era fermata al Garage Fiat . Raggiunto il Maresciallo abbiamo presentato al Sottufficiale il rischio infortunistico e la grave inadeguatezza della segnaletica stradale posta per tale cantiere stradale temporaneo e mobile.

Recatomi subito dopo all’Ufficio Tecnico del Comune di Novafeltria abbiamo si è conferito con l’Istruttore Direttivo ‐ Responsabile di cantiere Geom. Andrea Campi il quale dichiarava la scarsità della cartellonistica stradale a disposizione del suo Ufficio resa ancor più critica per la pregressa necessità di segnalare altri due cantieri .

Considerato l’accaduto procederemo con una segnalazione all’Uffici Prevenzione dell’INAIL richiedendo un’urgente verifica dei mezzi e dei dispositivi di segnalazione previsti per cantieri stradali fissi e temporanei che sono in dotazione al Comune di Novafeltria, se i medesimi Uffici Tecnici Comunali abbiano fatto preventivo sopralluogo per valutare la segnaletica stradale da porre in essere per tutto il tempo di presenza del cantiere mobile e se gli Operai in organico abbiano frequentato i necessari corsi sulla sicurezza previsti per Legge in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ribadiamo la necessità del rigoroso e pieno rispetto delle Norme di cui al D.lgs. 30 aprile 1992 n. 285 (Nuovo Codice della Strada) e del D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada), in ordine a qualsiasi cantiere stradale fisso, mobile e temporaneo in quanto anche lo svolgimento delle operazioni di sfalcio nella carreggiata stradale ricadono in tali inderogabili obblighi. Ricordiamo inoltre che un “moviere” deve sempre e costantemente vigilare sull’attività dei compagni di lavoro e avvertirli di ogni situazione che possa risultare pericolosa per gli stessi (sopraggiungere di veicoli a forte velocità, veicoli con carichi sporgenti, mezzi pesanti ecc.).

Sul lato erboso di tale curva terminato lo sfalcio dell’erba è ben visibile una piccola edicola funeraria a ricordo di un incidente stradale mortale accaduto nel 1988 che ha strappato dalla vita tre giovani di Novafeltria.

Novafeltria, il Presidente UMC Ufficio Mobile Consumatori
Alessandro Ceriani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento