Novembre, crollano i prezzi degli hotel sulla riviera romagnola

Listini alberghieri in discesa questo mese in Emilia Romagna, il costo medio di un soggiorno si attesta sui 94 euro, il 15 per cento in meno rispetto ad ottobre. A rilevarlo è il portale Trivago.it

Listini alberghieri in discesa questo mese in Emilia Romagna, il costo medio di un soggiorno si attesta sui 94 euro, il 15 per cento in meno rispetto ad ottobre. A rilevarlo l’indice tHPI di novembre del portale di comparazione prezzi hotel TRIVAGO. A guidare i ribassi Bologna che segna una flessione del 20% in confronto al mese scorso; il prezzo di un soggiorno in cittá costa in media 96 euro a novembre. Listini alberghieri in calo nelle mete della riviera romagnola: Rimini (92€, -9%), Riccione (118€, -7%), Cattolica (80€, -13%). Tariffe in diminuzione anche nelle principali localitá emiliane: Parma (110€, -33%), Ferrara (89€, -8%) e Modena (94€, -5%).

Listini in discesa in Europa
Tariffe in sensibile discesa a novembre nelle principali capitali europee; 41 delle 50 localitá prese in esame dall’indice tHPI presentano listini tariffari in netta flessione rispetto ad ottobre. Se lo scorso mese un soggiorno in una delle cittá analizzate costava in media 127 euro a notte, questo mese l’indice per camera doppia standard si attesta sui 112 euro, il 12 per cento in meno. Tariffe in netta discesa nelle principali mete italiane, che presentano i ribassi piú consistenti: Venezia (145€, -44%), Roma (116€, -31%), Firenze (106€, -30%).

Crollo delle tariffe in Italia, Venezia -44%
Caduta libera delle tariffe hotel questo mese in Italia, il prezzo medio si attesta sui 114 euro di media a notte, il 24 per cento in meno rispetto ad ottobre, quando per soggiornare in una camera doppia ce ne volevano 150. Venezia, con una flessione dei listini del 44 per cento, costa in media 145 euro a notte, Roma ridimensiona i prezzi del 31 per cento arrivando a 116 euro, mentre Firenze subisce una riduzione del 30 per cento e si attesta sui 106 euro. Calo generalizzato in numerose localitá da nord a sud: Bologna (96€, -20%), Napoli (82€, -12%), Palermo (80€, -21%) e Catania (88€, -19%).

Mete alpine molto convenienti, le cittá dei mercatini in chiaroscuro
Iniziano le ricerche per le mete alpine in vista della stagione sciistica, e alcune localitá ritoccano verso l’alto i listini alberghieri. Livigno, cittá piú ricercata del momento, presenta un costo medio di 125 euro, il 28 per cento in piú rispetto allo scorso mese. Aumenti in altre rinomate destinazioni invernali: Cervinia (123€, +24%), Courmayeur (208€, +14%), Cortina d’Ampezzo (144€, +7%) e Madonna di Campiglio (108€, +5%). Andamento altalenante nelle cittá tradizionalmente legate ai mercatini di Natale, che apriranno i battenti nelle prossime settimane. Trento e Bressanone sono tendenzialmente stabili e costano rispettivamente 89 e 145 euro di media a notte. Sensibile riduzione (-11%) delle tariffe a Merano dove un soggiorno si attesta sui 155€, mente cali piú ridotti si registrano ad Arco (89€, -4%) e Bolzano (136€, -3%).  

Cracovia la piú economica d’Europa, Ginevra la piú cara
Cracovia diventa questo mese la destinazione piú economica d’Europa; un soggiorno nella cittadina polacca costa in media 59€, il 23 per cento in meno rispetto ad ottobre. Tariffe ben piú elevate a Ginevra, che scalza Venezia e torna ad essere la cittá piú cara del continente: un soggiorno nella cittadina elvetica si attesta a novembre sui 228€. A seguire Londra che ritocca verso l’alto le tariffe del 4 per cento: dormire nella City costa in media 205 euro a notte. Listini tariffari in discesa in molte capitali europee: Parigi (166€, -11%), Vienna (115€, -14%), Berlino (87€, -11%). Flessioni consistenti nelle principali mete della penisola iberica, che presentano listini molto convenienti questo mese: Barcellona (116€, -21%), Madrid (102€, -7%),  Lisbona (85€, -28%), Siviglia (81€, -22%) e Granada (64€, -23%). Prezzi competitivi nelle capitali dell’Est, molto economiche a novembre: Budapest (61€, -22%), Sofia (71€, -1%) e Praga (79€, -27%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento