rotate-mobile
Cronaca

Nuova antenna per cellulari, Santa Giustina sul piede di guerra

Il comitato attacca il Comune di Rimini per l'impianto telefonico: "Ha permesso così celermente l'inizio dei lavori prima ancora della scadenza dei termini per la presentazione delle Osservazioni da parte di chi ne ha interesse”

I residenti di Santa Gisutina sul piede di guerra dopo che il Comune di Rimini ha autorizzato l'installazione di una nuova antenna per la telefonia mobile. A puntare il dito contro l'amministrazione è il comitato del quartiere che, in una nota stampa, sottolinea come i lavori sarebbero iniziati "addirittura prima ancora della scadenza dei termini per la presentazione delle Osservazioni da parte di chiunque ne abbia interesse” e che, allo stesso tempo, ai cittadini non siano state fornite tutte le informazioni sull'impianto. I residenti ricordano che "i campi elettromagnetici a radiofrequenza (CRF) sono stati classificati come cancerogeni di gruppo 2B, ovvero come possibilmente cancerogeni per gli esseri umani" e che "nè nell'incontro avuto e neppure nella lettera ricevuta si fa menzione del parere espresso dall'Ausl sull'antenna". Da Santa Giustina i residenti lamentano come, nel corso degli anni, sono stati lasciati soli dall'amministrazione "che ha installato uno dei più grandi depuratori d'Europa con una strada per raggiungerlo a suo tempo larga due metri e mezzo. La stessa cosa vale per la Centrale a biogas.Con gli odori che vengono diffusi dall'impianto di depurazione, anche dopo gli investimenti fatti dal 2011, quasi 30 milioni di euro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova antenna per cellulari, Santa Giustina sul piede di guerra

RiminiToday è in caricamento