rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Nuova Marecchiese, il Comitato: "Una strada con tortuosi bypass, basta tenere nascosto il progetto"

Il Comitato Valmarecchia Futura incalza la Provincia: "Pare che il presidente Santi abbia chiesto ai sindaci di mantenere riservato quanto visto, così da superare il 25 settembre ed evitare strumentalizzazioni"

Il Comitato Valmarecchia Futura torna a fare pressione sulla Provincia di Rimini per conoscere il progetto relativo alla nuova Marecchiese. L'obiettivo del comitato era quello di riuscire ad accedere alle carte prima del 25 settembre, per un confronto con i candidati al parlamento. "Il lavoro dell’architetto Edoardo Preger sugli interventi che riguardano via Marecchiese, pur pronto da luglio, continua ad essere patrimonio di una ristretta cerchia di persone. L’obiettivo del Presidente della Provincia, Riziero Santi, sta per giungere al traguardo" scrive il comitato. Che si addentra nella questione: "Pare che nel recente incontro coi sindaci della Valmarecchia, Santi abbia chiesto di mantenere riservato quanto visto e ascoltato, così da superare il 25 settembre ed evitare strumentalizzazioni politiche durante la campagna elettorale".

"A noi pare che sia proprio questo un atteggiamento strumentale - prosegue la nota -. E proprio la Provincia promuove domani, due giorni prima del voto, un appuntamento dedicato alla mobilità in Valmarecchia, escludendo un aspetto fondamentale, ossia riflettere sulla viabilità, sulla sua scorrevolezza e quindi condividere il lavoro svolto dall’architetto Preger. Pensa forse, Santi, che se la gente conoscesse da subito, e d’ora in poi con puntualità, il procedere di un iter svolto coi soldi pubblici, potrebbe danneggiare una parte politica?".

Poi alcune indiscrezioni: "Ovviamente qualcosa di quanto ha illustrato Preger è filtrato: a Villa Verucchio si ragionerebbe di un tortuoso bypass dalla rotonda del cimitero a quella della Scm; poi si parla di un collegamento dalla terza rotonda del bypass di Corpolò fino a San Martino dei Mulini, con soluzioni apparentemente non utili al traffico pesante che grava sulla Marecchiese. Sul tavolo anche una strada di gronda a Santarcangelo, sulla quale però la sindaca Parma avrebbe attivato il fuoco di sbarramento. Il tutto quindi condito da una spruzzata di ‘nimby’: va bene tutto ma non nel mio territorio".

"Sono informazioni parziali e sarebbe più democratico, conoscere i contenuti esatti del lavoro svolto direttamente dalla Provincia. Ma se quanto filtrato corrisponde agli obiettivi della Provincia, allora vuol dire che si pensa a soluzioni parziali e poco efficaci. Ribadiamo l’obiettivo del Comitato, che interpreta il desiderio di cittadini e imprese e quanto necessario allo sviluppo della Valmarecchia: dimezzare i tempi di percorrenza e aumentare la sicurezza della Marecchiese. Con uno sguardo al futuro, immaginando progresso e non l’ulteriore arretramento di abitanti, imprese e quindi servizi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Marecchiese, il Comitato: "Una strada con tortuosi bypass, basta tenere nascosto il progetto"

RiminiToday è in caricamento