Nuova questura, Visintin: "Situazione di degrado che cerchiamo di limitare"

Non posso che apprezzare lo spirito che muove l’iniziativa di un gruppo di cittadini che si riconoscono in “La Rimini che vorremmo” d’impegnarsi in prima persona per contribuire a dar soluzione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Non posso che apprezzare lo spirito che muove l’iniziativa di un gruppo di cittadini che si riconoscono in “La Rimini che vorremmo” d’impegnarsi in prima persona per contribuire a dar soluzione alla situazione di degrado dell'area circostante della nuova Questura. Una situazione che conosciamo da tempo, sulla cui soluzione, come Amministrazione comunale, siamo impegnati esercitando tutti i poteri che leggi e regolamenti ci mettono a disposizione, perché, e non potrebbe essere altrimenti, sono questi i limiti della nostra azione.

Anche quest’anno, come negli anni scorsi, abbiamo formalmente chiesto alla proprietà di provvedere allo sfalcio dell'erba, a rimuovere eventuali rifiuti e recintare l'area affinchè sia impedito l'accesso agli estranei. Cosa che, alla verifica della Polizia municipale non più tardi di un mese fa, risulta essere avvenuta solo in parte, con alcune aree sfalciate e altre invece rimaste nelle condizioni precedenti. Stiamo quindi provvedendo a verificare se sussistono le condizioni igieniche eccezionali e urgenti per l'emissione di ordinanza sindacale contingibile ed urgente così da obbligare la proprietà all’intervento.
 

Torna su
RiminiToday è in caricamento