Una sede tutta nuova per la Caritas di Misano

Da oggi, 22 dicembre, la Caritas misanese 'Associazione Alberto Marvelli' ha una nuova sede: in via Adriatica 185, nei pressi del depuratore. Lo stabile di proprietà comunale è stato affidato in gestione alla Caritas di Misano.

Da oggi, 22 dicembre, la Caritas misanese ‘Associazione Alberto Marvelli’ ha una nuova sede: in via Adriatica 185, nei pressi del depuratore. Lo stabile di proprietà comunale è stato affidato in gestione alla Caritas di Misano.

Rispetto alla vecchia sede, in via Pergolesi a Santamonica, la nuova possiede spazi molto più ampi entro i quali sarà possibile realizzare nuovi progetti di sostegno ai bisognosi oltre a mantenere e accrescere i progetti già operativi: 2 centri d’ascolto a cura di personale preparato e formato
all’interno dei quali si sviluppa anche il Progetto famiglia seguito da assistenti sociali e personale Ausl, il servizio di distribuzione dei pacchi alimentari e di raccolta e distribuzione del vestiario e delle utensilerie ai meno abbienti

In futuro, gli spazi della Caritas si apriranno ad altre associazioni socialmente impegnate sul territorio e si intende realizzare sia un servizio docce e accoglienza per i senza tetto, sia un nuovo sportello che possa offrire diversi tipi di consulenza gratuita: da quella legale a quella psicologica e medica. Logisticamente la struttura è composta da: 2 stanze adibite a Sportelli di ascolto, 1 sala d’aspetto e più avanti 1 stanza per servizio docce al piano terra; 1 salone per riunioni, 3 stanze e 1 cappella religiosa per pregare al primo piano.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento