Nuovamente in manette mamma Zinnanti: voleva uccidere il marito

Ancora guai giudiziari per Maria Buratta, madre del killer di Covignano e implicata nell'omicidio di Leonardo Bernabini. Lunedì mattina ha distrutto l'auto di suo marito dopo averlo sopreso con l'amante a Perticara nell'entroterra riminese

Nuovi guai giudiziari per Maria Buratta, madre di Marco Zinnanti e implicata nell'omicidio di Covignano dove perse la vita Leonardo Bernabini, arrestata lunedì mattina dai carabinieri di Novafeltria dopo che aveva annunciato la sua intenzione di uccidere il marito, Tommaso Zinnanti. La donna, verso le 13.30, ha chiamato il 112 declinando le proprie generalità e raccontando all'operatore di essere in macchina per recarsi ad uccidere il marito che, da un paio di mesi, risiede a Pietracuta con la propria amante. Subito sono scattate le ricerche della Buratta mentre, altre pattuglie dei carabinieri, si sono precipitate a Pietracuta dove risiede Tommaso Zinnanti.

La Buratta, tuttavia, ha fatto prima dei carabinieri e, arrivata a Pietracuta, si è armata di una grossa spranga di ferro con la quale ha distrutto uno scooter per poi accanirsi sull'auto del marito mentre quest'ultimo, insieme all'amante, si era barricato in casa. Quando i militari dell'Arma sono arrivati sul posto, la donna aveva appena finito di prendere a sprangate il veicolo e, non senza difficoltà, i carabinieri sono riusciti a immobilizzarla mentre inveiva contro Tommaso Zinnanti e la sua amante. Ammanettata, la Buratta è stata portata in caserma a Novafeltria dove è stata dichiarata in arresto per danneggiamenti aggravati e, martedì mattina, verrà processata a Rimini per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento