Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Nuovi poveri a Rimini: i dati della Caritas dopo lo scoppio della pandemia

Nel periodo dal 1° marzo all'11 giugno le persone incontrare sono state 2.553 di cui il 52,2% italiani, nel 2019 nello stesso periodo gli italiani erano il 42,6%

Dal 1° marzo 2020 ad oggi le Caritas di tutta la diocesi sono state molto impegnate, infatti, pur rispettando le misure di sicurezze, sono stati garantiti i servizi di prima necessità e le porte non sono state chiuse davanti alle richieste di nessuno. L'emergenza sanitaria ha messo a dura prova il tessuto sociale, generando nuovi poveri. Per fare fronte a questa ituazione la Diocesi di Rimini ha varato il "piano Marvelli" per aiutare e rispondere ai bisogni delle persone, dal cibo al pagare le bollette.

In questi mesi è stato difficile fare una stima precisa di tutti gli interventi delle caritas, ma i primi dati iniziano a restituire uno scenario di grave difficoltà diffusa. "Lavorando in emergenza non è stato possibile raccogliere i dati in modo puntuale e preciso  - spiegano gli organizzatori dei servizi - ancora diversi volontari non hanno provveduto all’aggiornamento del programma informatico di raccolta dati e quelle che già abbiamo sono da ritenersi una sottostima, ma comunque sono numeri interessanti e significativi.

Secondo i dati della Diocesi per i servizi Caritas, nel periodo dal 1° marzo all'11 giugno le persone incontrate sono state 2.553 di cui il 52,2% italiani, nel 2019 nello stesso periodo gli italiani erano il 42,6%. Delle 2.553, 631 nuove, di cui 54,8% italiane. "Se si considerano anche i familiari delle persone assistite arriviamo a circa 5.000 persone in difficoltà in soli 3 mesi, su tutto il territorio diocesano".

Servizi e aiuti

Interventi mensa 16.027 pasti Caritas diocesana di Rimini insieme a Riccione e Cattolica
Giro nonni: 8.367 servizi
Pacchi viveri distribuiti 3.799
Viveri consegnati a domicilio: 533 servizi
Emporio: 442 beni distribuiti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi poveri a Rimini: i dati della Caritas dopo lo scoppio della pandemia

RiminiToday è in caricamento