Ticket, per districarsi dalle autocertificazioni arrivano nuovi fax

L'Ausl di Rimini ha attivato altri 10 numeri di fax che si attivano ai tre già attivi (0541.780257; 0541.608650 e 0541.707700) per l'invio dei documenti dell'autocertificazione

L'Ausl di Rimini ha attivato altri 10 numeri di fax che si attivano ai tre già attivi (0541.780257; 0541.608650 e 0541.707700) per l'invio dei documenti dell'autocertificazione. Questi i numeri: 0541.707079; 0541.707730; 0541.707558; 0541.707068; 0541.707737; 0541.707827; 0541.707751; 0541.705653; 0541.707272 e 0541.707060. Con il modulo va inviata anche una fotocopia fronte-retro di un documento d'identità valido. L'utente dovrà conservare una copia del modulo e la ricevuto di invio per fax.

Si ricorda che, oltre che per fax, le autocertificazioni possono essere espletate spedendo per posta raccomandata all'indirizzo Azienda USL, via Coriano, 38 – 47924, Rimini una sola copia dei moduli unitamente alla fotocopia del documento d'identità e conservando l'altra insieme alla ricevuta di invio. I cittadini dotati di posta elettronica certificata potranno utilizzare l'invio per mail all'indirizzo pec.auslrn@legalmail.it (il cittadino conserverà la copia dell'autocertificazione in abbinamento con la ricevuta della mail); oppure rivolgendosi ai Caaf e patronati che hanno aderito ad un'apposita convenzione con l'Ausl.

NON SERVONO DELEGHE - E' possibile effettuare la consegna del modulo di autocertificazione e della fotocopia della carta di identità anche per conto di un'altra persona, maggiorenne, senza necessità di un'apposita delega. I moduli per l’autocertificazione possono essere ritirati presso le sedi aziendali sopra elencate nonché presso le farmacie e presso i medici di famiglia (farmacie e medici di famiglia, non ritirano poi pero' i moduli compilati) e sono inoltre scaricabili dal sito regionale www.saluter.it o dal sito dell'Azienda www.ausl.rn.it.

ESENZIONE - Non deve effettuare l'autocertificazione chi ha già un'esenzione di ticket per reddito (che è valida sia per la specialistica sia per l'erogazione dei farmaci); chi è nella fascia di reddito più alta, cioè superiore a centomila euro lordi l'anno, poiché paga comunque i ticket più alti; chi ha un'esenzione totale per patologia (deve invece autocertificare chi ha esenzioni legate a specifiche patologie, qualora non abbia già, anche, un'esenzione per reddito).

FINO AL 17 SETTEMBRE - Si ricorda che è consigliabile effettuare l'autocertificazione entro il 17 settembre. Fino a quella data i cittadini privi di autocertificazione non pagheranno i nuovi ticket su medicine e specialistica, ed avranno 60 giorni per regolarizzarsi pagando, eventualmente, la differenza. Dopo quella data, al contrario, chi sarà privo dell'autocertificazione pagherà i ticket previsti per la fascia di reddito più alta sia per le medicine sia per la specialistica, fino a che non avrà provveduto ad autocertificare.

LE FASCE DI REDDITO - I ticket sui farmaci non riguardano chi ha un reddito inferiore ai 36.152 euro e chi già usufruisce di un’esenzione: per reddito, età, patologia cronica o altre condizioni. Questi i ticket e le relative fasce di reddito: 0 euro fino a un reddito di 36.152 euro; 1 euro a confezione (con tetto di 2 euro per ricetta) per un reddito compreso tra 36.153 e 70.000 euro; 2 euro a confezione (con tetto di 4 euro per ricetta) per un reddito tra 70.001 e 100.000 euro; 3 euro a confezione (con tetto di 6 euro per ricetta) per redditi superiori ai 100.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento