Cronaca

Nuovo accordo per la musica d'ambiente, a Rimini il workshop Fipe-Siae

Appuntamento martedì 24 gennaio alle ore 13.30 presso la sede Confcommercio della Provincia di Rimini per un importante aggiornamento rivolto agli esercenti

Da oggi nei pubblici esercizi italiani sarà tutta un'altra musica. Dal 1° gennaio 2017 è entrato in vigore un nuovo, storico accordo tra Fipe e Siae che ha portato al cambiamento radicale dei criteri di determinazione dei compensi per la musica d’ambiente da parte di bar e ristoranti e altri pubblici esercizi. Un passaggio epocale che ora Fipe e Siae mettono a conoscenza di tutti gli esercenti. Per presentare i dettagli dell'accordo e, soprattutto, fornire tutte le indicazioni utili e funzionali all'attività professionale, Fipe e Siae hanno organizzato in collaborazione con la Confcommercio provinciale di Rimini un seminario dal titolo “Il nuovo accordo FIPE-SIAE per la musica d’ambiente” che ha visto la partecipazione in qualità di relatori del Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, del Presidente Nazionale FIPE Lino Stoppani e del Presidente provinciale di Confcommercio Gianni Indino.

Sono quindi seguiti gli interventi del Direttore Ufficio Accordi Siae Nazionale Roberta Luise, del Direttore Siae Emilia-Romagna Luca Argentieri, del Direttore Siae Ufficio Coordinamento Territoriale Marco Caselgrandi e alcune analisi pratiche presentate dai consulenti della FIPE Nazionale. Ha moderato l’incontro il Dirigente FIPE Nazionale Rodolfo Citterio. "L'accordo con Siae è un passaggio importante - precisa Lino Enrico Stoppani Presidente Fipe -. Infatti, dall’obsoleto criterio delle categorie dei locali, si è passati al calcolo della tariffa sulla base della superficie di somministrazione degli stessi. Un criterio che in aggiunta ad altre innovazioni, come l’eliminazione delle maggiorazioni per altoparlanti nel calcolo della tariffa, contribuisce ad una maggiore semplificazione e trasparenza e con migliori aspettative al contrasto all'evasione del tributo. Con Siae stiamo inoltre proseguendo una proficua collaborazione per portare all'attenzione delle istituzioni il tema della gestione dei diritti d'autore".

“Questo nuovo accordo è un importante passo nella direzione giusta - dichiara il Presidente Confcommercio della Provincia di Rimini Gianni Indino. - Prevedere una minore spesa per i pubblici esercizi rappresenta un segnale di attenzione nei confronti di una categoria sfiancata da ogni tipo di tassazione e adempimento. Ritengo significativo, a livello culturale e sociale, che tale ridimensionamento riguardi la musica e il suo rapporto con uno dei luoghi simbolo della sua fruizione: il pubblico esercizio. In particolare, proprio il nostro territorio ha esaltato questo binomio creando mode, tendenze e più in generale un vero e proprio prodotto turistico che ha reso la Riviera conosciuta e apprezzata in tutto il mondo” Il seminario in programma a Rimini ha quindi presentato con esempi pratici le importanti novità descritte e il foglio di calcolo che la Federazione ha predisposto per il confronto tra vecchie e nuove tariffe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo accordo per la musica d'ambiente, a Rimini il workshop Fipe-Siae

RiminiToday è in caricamento