Nuovo arresto per i predoni di appartamenti, ne hanno svaligiati almeno 28

Ordinanza di custodia cautelare in carcere per i quattro albanesi individuati dai carabinieri di Riccione nell'ambito dell'operazione "Burglary" che permise di recuperare oltre 100mila euro di refurtiva

Nuovo capitolo dell'operazione "Burglary" dei carabinieri di Riccione che, lo scorso 8 dicembre, portò all'arresto di 4 topi d'appartamento albanesi e al recupero di oltre 100mila euro di refurtiva. Ai malviventi, ancora in carcere, è stata notificata un'ulteriore ordinanza di custodia cautelare al termine delle indagini dell'Arma che hanno permesso di addebitare al gruppo di stranieri almeno 28 furti e una rapina. La banda, in grado di mettere a segno anche 7 colpi in una sola serata, era da tempo che imperversava nelle provincie di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna oltre ad alcuni furti commessi nella Repubblica di San Marino. E' stato proprio un colpo a San Marino, alla fine di ottobre 2013, a mettere i carabinieri sulle tracce dei malviventi. In quella occasione, un'Audi aveva forzato un posto di blocco della gendarmeria e i ladri, dopo aver abbandonato il mezzo, erano scappati nelle campagne a ridosso del confine di Stato. L'auto, poi recuperata in Italia, era risultata rubata e i carabinieri, al suo interno, scoprirono la carta d'identità di un albanese residente a Ravenna dando così il via alle indagini.

I carabinieri quindi, sulla scorta di detti elementi investigativi, hanno presentato una richiesta di custodia cautelare in carcere, pienamente condivisa dalla magistratura, che ha disposto il nuovo fermo per i 4 albanesi con l'accusa di furto in concorso a carico di un 27enne un 25enne, un 24enne e un 38enne. A quest’ultimo viene inoltre contestato il reato di rapina aggravata ai danni di un'anziana coppia che, nel cuore della notte, si era svegliata con i malviventi nella propria camera da letto. Il 38enne, riconosciuto dalle sue vittime, si era avventato sulla donna strappandole la catenina d'oro dal collo. La maggior parte della refurtiva recuperata è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento