rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Due anni per distruggere e ricostruire il Mercato Coperto 2.0. L'iter va avanti, il progetto in consiglio

Il progetto è prossimo ad approdare in consiglio comunale per l'approvazione. Nel nuovo edificio anche il Centro per l'Impiego. Verrà riqualificata anche l’area dell’ex convento San Francesco. Lavori per 27 milioni

Due anni di lavori. Sei mesi per la costruzione di un mercato temporaneo in una possibile tensostruttura (o il piazzale di fianco al Settebello oppure piazzale Gramsci), altri 18 mesi per distruggere l'attuale edificio e ricostruirlo. Totale operazione: un investimento complessivo da 27 milioni di euro. Il progetto per la nascita del nuovo mercato coperto, che RiminiToday aveva approfondito con un lungo reportage lo scorso marzo, ora entra nel vivo dell'iter amministrativo. Ottenuto l'ok da parte della Terza e dalla Quinta Commissione consiliare alla proposta di partenariato pubblico-privato, ora il progetto è prossimo ad approdare sui banchi del consiglio comunale per l'approviazione.

Si tratta di una svolta epocale per il commercio, ma non solo. Il mercato coperto rappresenta un pezzo di storia della città. L'assessore Juri Magrini dice chiaro e tondo che ci troviamo di fronte a uno "degli architrave di questo mandato". Sul tema del nuovo mercato coperto l'amministrazione si gioca tanto. Realizzare una struttura all'avanguardia, moderna, con aree innovative, come nello stile dei mercati europei più sviluppati, sarebbe un ottimo biglietto da visita in vista della prossime elezioni. Ed è perciò realistico che si punti a realizzare l'opera entro il termine dell'attuale mandato amministrativo. "Il progetto - aggiunge Magrini - mira a valorizzare la rete commerciale locale e la proposta enogastronomica della nostra terra, rendendo il Mercato uno spazio polifunzionale e all’avanguardia".

Rispetto alle informazioni raccolte da RiminiToday, una ulteriore novità prevede la riqualificazione e valorizzazione dell’area dell’ex convento San Francesco, bombardato durante la Seconda Guerra Mondiale: le rovine del convento verranno trasformate in punti di accesso della struttura mercatale e rese fruibili attraverso la creazione di percorsi pedonali che collegheranno via IV Novembre con la nuova piazza ricavata sul sedime dell’antico chiostro

I dettagli del progetto

Come ormai da tempo di dominio pubblico, la proposta di partenariato pubblico-privato è stata presentata dalla società Renco Valore Srl per la progettazione, realizzazione e gestione del Mercato Coperto cittadino, un progetto ambizioso che, a questo punto, attende solo il via libera dai banchi del Consiglio comunale. La proposta, in particolare, prevede la demolizione del fabbricato esistente in via Castelfidardo e la ricostruzione, sulla stessa area, di un nuovo e più performante edificio, capace di rispondere ai seguenti obiettivi: valorizzare una parte importante del centro storico riminese; aggiungere uno spazio per eventi culturali, ricreativi, sociali ed economici; realizzare una struttura sostenibile dal punto di vista ambientale; rafforzare l’offerta attuale e dare vita a un luogo in cui le attività economiche e i clienti siano in condizione di limitare la produzione di rifiuti, il consumo di energie non rinnovabili e di risorse naturali.

La realizzazione dei lavori, a seguito di una gara europea a evidenza pubblica, stando al cronoprogramma, consisterebbe in un periodo di 24 mesi, di cui 6 mesi per la costruzione del mercato temporaneo e i successivi 18 per la distruzione e ridefinizione del nuovo Mercato Coperto di Rimini, il quale sarà dotato di strutture, impianti e apparati in linea con le attuati politiche ambientali e rinnovate tecnologie.

Al 1° piano il Centro per l'impiego

Le maggiori novità rispetto all’edificio attuale saranno concentrate al secondo piano, dove si svilupperà un punto di piccola ristorazione - con spazi sia al chiuso che all’aperto - in un’ampia terrazza con vista sul centro storico, dove sarà possibile gustare le eccellenze enogastronomiche del territorio. Il primo piano, invece, sarà principalmente adibito a funzioni pubbliche di uso del Comune (saranno realizzati uffici destinati al Centro per l’Impiego), oltre a spazi accessori per chi lavora nel Mercato. Per quanto riguarda il piano terra, si ricorda che avrà una naturale appendice nella nuova piazza che verrà creata con i diversi interventi. Al suo interno, oltre agli spazi per i banchi, vi sarà anche il supermercato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due anni per distruggere e ricostruire il Mercato Coperto 2.0. L'iter va avanti, il progetto in consiglio

RiminiToday è in caricamento