Cronaca

Nuovo picco dei contagi da Covid: sempre più giovani i malati a causa della variante Delta

La provincia di Rimini tornata ai livelli della scorsa primavera, Altini: "Crescono anche i ricoveri ma al momento la situazione negli ospedali romagnoli è largamente al di sotto del livello di guardia"

Nuovo picco per la provincia di Rimini per numero di nuovi malati di Coronavirus coi dati che tornano ad essere quelli della scorsa primavera. E' stato infatti diffuso dall'Ausl Romagna il bollettino che analizza la situazione dell'epidemia su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata e, ad essere preso in considerazione, è stato il periodo dal 2 all’8 agosto. I riminese continua a confermarsi maglia nera del territorio con 650 casi (+166 rispetto alla settimana precedente) e in risalita dopo la leggera flessione avuta nel periodo dal 26 luglio al 1 agosto. Come evidenziato anche dai precedenti bollettini, la situazione più critica si registra nel distretto di Riccione dove l'incidenza su 100mila abitanti è di 205 casi mentre il comune di Rimini è quello che registra il maggior numero di contagiati: 309. Con la variante Delta che oramai rappresenta quella dominante, si è abbassata sensibilmente l'età dei nuovi contagiati che è rappresentata dalla fascia 19-24 anni. Sono in aumento anche le persone ricoverate in ospedale: al momento nel territorio romagnolo ci sono 46 pazienti nei reparti Covid e 4 in Terapia intensiva con un incremento del 15% rispetto alla settimana precedente. Rispetto alle previsioni del Piano aziendale dell'Ausl la situazione, all'interno dei nosocomi, rimane al livello verde. Sul fronte dei decessi, gli unici 4 registrati dal 2 all’8 agosto sono tutti avvenuti a Rimini e, dall'inizio dell'epidemia, sale così a 1082 il numero delle persone che non hanno superato la malattia. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, i dati del riminese indicano che ad aver completato il ciclo per la copertura è stato il 51% della popolazione: l'89% degli over 80, dell'78% per la fascia 70-79, del 64% per la fascia 60-69, del 58% per la fascia 50-59, del 42% per la fascia 40-49, del 32% per la fascia 30-39, del 26% per la fascia 20-29 e del 18% per la fascia 12-19.

“I dati della settimana presa a riferimento – commenta Mattia Altini, Direttore Sanitario Ausl Romagna - evidenziano, rispetto alla precedente,  un ulteriore incremento dei contagi dovuto anche e soprattutto alla maggior contagiosità della variante delta che è arrivata a rappresentare la totalità dei casi positivi registrati in Romagna. Anche il dato sui ricoveri è in lieve crescita, ma al momento la situazione negli ospedali romagnoli è largamente al di sotto del livello di guardia. Il virus sta circolando soprattutto nelle fasce dei giovani tra i 12 e i 24 anni che muovendosi di più sono più soggetti all’incidenza dell’infezione. C’è di buono che i dati sulle vaccinazioni mostrano un generale aumento delle coperture, in particolare tra i giovani e giovanissimi. Ma non basta, l’obiettivo resta quello di immunizzare velocemente più persone possibile, cercando di raggiungere chi ancora non si è vaccinato né prenotato. In tanti, questi giorni, hanno aderito alla campagna vaccinale itinerante ‘VacciniAmo la riviera’ scegliendo di proteggere sé stessi e gli altri. E’ però necessario che sempre più cittadini si vaccinino, dando prova di responsabilità. Così come è indispensabile, anche in vista del Ferragosto oramai alle porte, mantenere comportamenti corretti e rispettare tutte le misure anti contagio. Divertiamoci ma sempre con prudenza”.
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo picco dei contagi da Covid: sempre più giovani i malati a causa della variante Delta

RiminiToday è in caricamento